Collegamento diretto tra Lugano e Amburgo

Nei prossimi sei anni le FFS lavoreranno al fianco di Deutsche Bahn (DB) per ampliare ulteriormente l’offerta ferroviaria tra Svizzera e Germania. In questo modo i clienti potranno viaggiare direttamente dal Ticino ad Amburgo e dal Vallese alla Germania.

Inizio di una galleria d'immagini

Nel quadro del dibattito sul clima, la ferrovia assume più che mai un ruolo di spicco come mezzo di trasporto rispettoso dell’ambiente. Lo dimostra anche l’andamento della domanda nel traffico ferroviario internazionale tra Germania e Svizzera, che negli ultimi anni ha registrato un netto incremento: solo al valico di frontiera di Basilea il numero dei viaggiatori è aumentato di oltre il 25% negli ultimi cinque anni.  

Nonostante le sfide legate al coronavirus, FFS e DB sono convinte che negli anni a venire il traffico ferroviario tra Svizzera e Germania offrirà un grande potenziale di crescita.  

È per questo che le due ferrovie stanno pianificando per i prossimi sei anni un esteso potenziamento dei collegamenti tra Svizzera e Germania che intensificherà ulteriormente la pluriennale collaborazione tra i due partner nel traffico viaggiatori internazionale. L’intesa è stata sancita oggi con un accordo di massima sottoscritto da FFS e DB. Per le FFS il potenziamento è un passo importante verso un netto miglioramento dell’offerta nel traffico viaggiatori internazionale. 

«Vogliamo che per i nostri clienti viaggiare in treno sia ancora più facile. Per questo ci stiamo impegnando per sviluppare ulteriormente il traffico internazionale.»
Vincent Ducrot, CEO FFS

Cosa prevede la nuova offerta tra Svizzera e Germania? 

Potenziamento immediato a partire dall’orario 2020: più collegamenti, tempi di percorrenza più brevi tra Zurigo e Monaco di Baviera 

  • Con il nuovo orario in vigore da dicembre 2020, il numero di collegamenti giornalieri per Monaco di Baviera passa da sei a dodici. 
  • In una prima fase la durata del viaggio da Zurigo a Monaco di Baviera si ridurrà di 40 minuti, scendendo così a 4 ore.  
  • In una seconda fase è prevista una riduzione di altri 30 minuti, in modo da raggiungere la capitale bavarese in 3 ore e mezza. 

 Potenziamento a medio termine, presumibilmente dall’orario 2026 

Il potenziamento dell’offerta pianificato dalle FFS e DB dovrebbe entrare in vigore dall’orario 2026 e garantire nuovi collegamenti tra Svizzera e Germania. Ulteriori vantaggi per i viaggiatori sono i tempi di percorrenza più brevi e un materiale rotabile di ultima generazione. 

Nuovi collegamenti, collegamenti diretti 

  • Nuovi collegamenti diretti dalla Germania al Vallese via Berna. 
  • Due nuovi collegamenti diretti al giorno da Amburgo a Lugano via Basilea attraverso il San Gottardo.  
  • Il numero di collegamenti quotidiani diretti tra Svizzera e Germania aumenterà dagli attuali 26 a 35.  
  • Con il nuovo concetto saranno introdotti nuovi collegamenti diretti dalla Germania al Vallese via Berna.  
  • L’impiego degli ICE 4 sulla linea Dortmund–Colonia–Basilea permetterà nuovi collegamenti diretti dalla Renania Settentrionale-Vestfalia. La cadenza semioraria sulla tratta Zurigo–Coira creerà ulteriori collegamenti diretti dalla Germania a Coira.  

Viaggi più brevi 

  • Il tempo di percorrenza tra le destinazioni dei due paesi diminuirà ulteriormente. 
  • La durata del viaggio tra Francoforte e Zurigo si ridurrà di 20 minuti, scendendo così a 3 ore e 40 minuti. 

Nuovi treni 

  • Passaggio completo all’ICE 4, il nuovissimo treno ad alta velocità di DB, per tutti i collegamenti ICE tra Svizzera e Germania. 
  • Introduzione di composizioni Giruno delle FFS tra Svizzera e Germania. Le FFS intendono quindi acquistare altre composizioni Giruno dal produttore Stadler Rail. 

La messa in esercizio del nodo ferroviario Stuttgart 21 e le fasi di ampliamento sulle tratte Karlsruhe–Offenburg e Müllheim–Basilea sono un aspetto cruciale dell’iniziativa di potenziamento pianificata. 

Scoprire la Germania in treno