Una nuova fermata per S. Antonino

Moderna, funzionale, combinata: così si presenta la nuova fermata di S. Antonino, spostata 350 metri più a sud, insieme ad una nuova fermata per i bus e un P+Rail.

Inizio di una galleria d'immagini

Da oggi, 13 dicembre 2020, S. Antonino ha una nuova fermata: moderna, funzionale, accessibile a tutti, con possibilità di interscambio tra trasporto pubblico e privato, su rotoia, gomma e due ruote. Con l’apertura della galleria di base del Monte Ceneri e l’introduzione del collegamento diretto tra Locarno e Lugano – grazie alla bretella di Camorino non è più necessario cambiare treno a Giubiasco – è stato necessario spostare di circa 350 metri in direzione sud la fermata di S. Antonino, in prossimità della zona industriale e commerciale. Senza questo spostamento, legato a questioni tecniche dell’esercizio ferroviario, i treni che attraversano la nuova galleria di base non potrebbero fermarsi a S. Antonino. Da oggi, invece, da S. Antonino è possibile raggiungere direttamente Lugano, grazie alla linea TILO RE80. La fermata continua inoltre ad essere servita dai treni TILO S20 Biasca–Bellinzona–Locarno.

Accessibilità a 360°

La nuova fermata è accessibile a tutti e conforme alla LDis (Legge sui disabili): non ci sono dislivelli per salire o scendere dai treni o ostacoli per accedere in stazione. Presenta due marciapiedi di 220 metri di lunghezza, parzialmente coperti, che permettono l’accesso piano ai treni regionali TILO Flirt. Questi sono raggiungibili sia da scale che da rampe di accesso prive di ostacoli e sono collegati da un sottopasso. La fermata risponde ai moderni standard FFS: sistemi di informazione alla clientela con monitor, distributori automatici di ultima generazione e due sale d’attesa chiuse.

Una nuova fermata per i bus

Da oggi è in servizio anche la nuova fermata bus, su via Gorelle, proprio accanto alla fermata FFS: un ottimo esempio di interscambio tra treno e bus. La nuova fermata, con relativa piazza di giro, è collegata alla linea 3 dei bus del trasporto pubblico del bellinzonese Scuola Media 2 (Pratocarasso)–Bellinzona FFS–Piazza Indipendenza–Giubiasco FFS–Camorino–S. Antonino Centri Commerciali e alla nuova linea 213 di AutoPostale, Giubiasco–Vigana Paiardi–S. Antonino, grazie alla quale le regioni di Vigana e Paiardi sono ora collegate con le stazioni ferroviarie di S. Antonino e Giubiasco (finora queste aree erano escluse dal trasporto pubblico).

Posteggi per auto, moto, scooter e biciclette

Per servire al meglio la nuova fermata e per poter combinare al meglio il trasporto pubblico con quello privato è stato inoltre realizzato un P+Rail, con 37 posteggi per automobili e 24 posti per scooter.

Lungo via Lischedi, strada parallela alla ferrovia, è stato invece realizzato il posteggio coperto per le biciclette, come anche la 4. postazione di Bike Sharing del Comune di S. Antonino, che si inserisce nella rete di noleggio del Locarnese-Bellinzonese. A partire del 14 dicembre via Lischedi sarà riservata esclusivamente alla mobilità lenta, in armonia con il nuovo piano viario del Comune di S. Antonino. Diventerà così un percorso sicuro per pedoni e biciclette, che parte dal centro del paese fino alla nuova fermata.

L’investimento complessivo ammonta a 12 milioni di franchi circa. Trattandosi di un intervento che rientra nel Programma d’agglomerato del Bellinzonese di 2a generazione (PAB2) è stato finanziato da Cantone Ticino e Confederazione, con contributi della Commissione regionale dei trasporti del Bellinzonese e del Comune di S. Antonino.

Un video della nuova stazione è disponibile qui.