Così nasce l’orario del futuro

Le FFS stanno sviluppando un sistema che migliora automaticamente gli orari e gestisce l’esercizio ferroviario: il Traffic Management System (TMS). Cédric Lavanchy, System Architect, sa bene quanto sia complessa la migrazione dei sistemi che si cela dietro questo progetto.

Inizio di una galleria d'immagini

Grazie alla digitalizzazione, le FFS hanno la possibilità di introdurre un Traffic Management System (TMS) unificato. Una vera rivoluzione: in futuro gli orari verranno creati automaticamente, in modo da sfruttare ancora meglio la rete ferroviaria. Questo innovativo sistema di pianificazione e gestione avrà un grande impatto sulle FFS e su tutto il settore ferroviario. A partire dal 2025, sarà impiegato nelle centrali d’esercizio che gestiscono il traffico. Cédric Lavanchy è uno dei responsabili del suo sviluppo e si occupa delle questioni trasversali ai team che riguardano l’architettura del sistema.

Migrazione graduale dei sistemi e coinvolgimento degli utenti

Affinché sulla stessa tratta possano viaggiare più treni, sono necessarie migliorie tecniche: i singoli passaggi che oggi vengono eseguiti manualmente dovranno essere ulteriormente automatizzati e collegati tra loro. La migrazione graduale dall’attuale sistema d’orario al nuovo è la sfida più impegnativa. Non è sufficiente che il sistema funzioni perfettamente: è anche necessario formare tutto il personale, ad esempio i pianificatori dell’orario e i collaboratori delle centrali d’esercizio. Il vantaggio del TMS è che imprime una svolta tecnologica al traffico ferroviario come lo conosciamo oggi e permette di garantire un’offerta più ampia sulla stessa rete. Anche in caso di problemi a breve termine o durante lavori di costruzione, il sistema genera automaticamente un orario sostitutivo per il traffico coinvolto. «Viene così automatizzata e modernizzata l’intera produzione delle tracce – e quindi la gestione della rete – dall’ordinazione fino alla produzione», spiega l’esperto 35enne.

Sin dall’inizio è stato necessario soppesare e definire esattamente quale parte potrà essere migrata in quale momento, e capire inoltre se la migrazione del TMS potrà avvenire per gradi. Informatica (IT) ha quindi dovuto lavorare gomito a gomito con gli utenti per testare le varianti più disparate: un vero rompicapo durato diversi mesi. «Abbiamo voluto pianificare il cambio di sistema prendendoci tutto il tempo necessario, intrattenendo un fitto scambio con i futuri utenti», sottolinea il System Architect. Gli utenti hanno apprezzato il fatto di essere coinvolti sin dalle prime fasi e IT è riuscita a comprendere meglio requisiti e necessità.

«Mi piace assumermi responsabilità ed essere sin dall’inizio parte della soluzione.»
Cédric Lavanchy

Non tutto è pianificabile

Non è possibile analizzare in anticipo ogni singolo dettaglio. «In teoria nulla sembra poter ostacolare la realizzazione, ma nella pratica sono tante le cose impossibili da prevedere», spiega Cédric. Certe questioni si chiariscono solo in fase di attuazione, ad esempio la precisione con cui i formati dei dati del vecchio sistema si adatteranno a quello nuovo.

Per Cédric, ciò che conta alla fine è il risultato complessivo: «Nonostante le incertezze iniziali, attualmente il software TMS gode di un buon livello di accettazione, sia da parte di IT che degli utenti. Per me questa è la conquista più importante». Questo è il progetto più ambizioso mai realizzato da Cédric per le FFS. Può assumersi grandi responsabilità, quindi si sente molto motivato. «Per me è fantastico avere la possibilità di collaborare con le FFS a progetti così grandi e innovativi, che permetteranno di modernizzare tutto il settore ferroviario», spiega. Sul lungo periodo i clienti beneficeranno di più treni, di un orario più fitto e di meno perturbazioni. E tutto ciò anche grazie al lavoro di Cédric.

FFS Informatica offre un’ampia gamma di opportunità in tutti gli ambiti specifici, dalla pianificazione dell’orario fino alle informazioni alla clientela e al sistema di ticketing. Vuoi contribuire anche tu alla digitalizzazione del settore ferroviario? Scopri le interessanti posizioni disponibili nel settore Software Architecture delle FFS: Contribuite con noi alla costruzione della mobilità svizzera di domani.

Inizio di una galleria d'immagini