Viaggiare con la bici in treno: le principali domande e risposte

Fine settimana e sole: nelle giornate di grande affluenza sui trasporti pubblici può crearsi un ingorgo di biciclette, proprio come al San Gottardo prima delle ferie. Perché è utile la prenotazione per la bici? Quando è da fare? Come farla e quali le alternative? L’essenziale in breve.

Tempo di lettura: 6 minuti

Non sono mai stati venduti tanti pass bici e carte giornaliere bici come nel 2021. Vista la domanda elevata, l’anno scorso le FFS hanno ampliato notevolmente le capacità per il carico in proprio di biciclette sui treni ed esteso l’obbligo di prenotazione sulle linee IC.

Perché devo prenotare un posto per la mia bici?

L’obbligo di prenotazione per le biciclette serve a gestire la grande affluenza. In questo modo, in particolare nei fine settimana, è possibile distribuire uniformemente le bici sui diversi treni e nei posti disponibili a bordo. L’obbligo di prenotazione contribuisce inoltre a mantenere libere le vie di fuga. Fino a quando la domanda di posti bici durante il fine settimana supererà l’offerta, le FFS manterranno l’obbligo di prenotazione sui treni IC. Tuttavia, le FFS sono consapevoli che il sistema di prenotazione presenta dei difetti e va migliorato.

Su quali tratte devo prenotare un posto per la mia bici?

In linea di principio vale quanto segue: se nell’orario online compare l’icona per la prenotazione del posto bici, la prenotazione è obbligatoria. In concreto, i posti bici vanno prenotati sulle seguenti tratte.

  • IC5 Rorschach-Zürich HB-Biel/Bienne-Lausanne/Genève-Aéroport e IC51 Basel-Delémont-Biel/Bienne: ogni giorno da marzo a ottobre.

  • IC2 Zürich-Lugano e IC21 Basel SBB-Lugano: ogni giorno da marzo a ottobre.

  • Su tutti i treni InterCity, cioè sulle sette linee IC1, IC3, IC4, IC6/61 e IC 8/81: dal venerdì alla domenica e nei giorni festivi generali nel periodo tra il 21 marzo e il 31 ottobre.

  • Treni internazionali: ogni giorno, tutto l’anno, anche sulla sezione di tratta svizzera.

Nel traffico regionale (R, S, treni RE) e nei treni InterRegio (IR) le biciclette possono essere trasportate senza prenotazione.

Viaggiare in sicurezza - In stazione si è pregati di scendere
La sicurezza in stazione è una priorità assoluta, perché tutti i viaggiatori e i passanti dovrebbero sentirsi a proprio agio in ogni momento. Per questo motivo, i veicoli di tutti i tipi, come biciclette, monopattini e skateboard, sono vietati in tutta l'area della stazione, cioè su marciapiedi, rampe, scale, corridoi, passaggi e nei sottopassaggi. Sono escluse dal divieto le sedie a rotelle.

Maggiori informazioni sui regolamenti delle stazioni e su come evitare i rischi di incidenti possono essere trovate qui.

Per quali bici devo prenotare un posto?

Le bici pieghevoli richiuse sono considerate bagaglio a mano e non richiedono né un titolo di trasporto né una prenotazione. La pagina Trasporto di biciclette nel treno (Link https://www.sbb.ch/de/fahrplan/reisehinweise/velos/so-reist-ihr-velo-mit-ihnen.html) fornisce una panoramica dei veicoli a una, due, tre e quattro ruote soggetti o meno al pagamento.

Quali sono le alternative al carico in proprio di biciclette?

Utilizzando il servizio di spedizione è possibile spedire la bicicletta come un normale bagaglio a mano e ritirarla nel luogo di destinazione. Chi non vuole portare con sé la propria bici può noleggiarne una con «Rent a Bike». Maggiori informazioni su questa offerta sono disponibili alla pagina Viaggi con le biciclette. (Link: Reisen mit Velos | SBB)



Come prenotare un posto per la propria bicicletta e individuarlo sul treno?

Fonte: FFS

Come faccio a sapere se sui treni con obbligo di prenotazione ci sono ancora posti liberi?
È possibile prenotare in una volta un numero massimo di posti bici pari a quelli disponibili nella stessa carrozza. Pertanto, su ogni treno possono essere prenotati dai due ai cinque posti bici. Dopo aver indicato il numero di viaggiatori nell’app, a meno che non compaia l’avviso dei posti al completo alla voce «Prenotazione del posto bici», i posti sono ancora disponibili.

Perché le FFS non aggiornano i loro treni o non aggiungono più carrozze nei giorni di punta?

Le FFS prevedono che la domanda continuerà ad aumentare, perciò svilupperanno gradualmente l’offerta dialogando con le associazioni di ciclisti e i rappresentanti del settore. Ciò nonostante, l’ulteriore ampliamento della capacità di biciclette richiede del tempo. Entro il 2027 le FFS creeranno più di 400 posti bici aggiuntivi sui treni a lunga percorrenza convertendo le carrozze di due flotte.

Per soddisfare l’elevata domanda nei giorni liberi e nei fine settimana, per la stagione ciclistica 2022 le FFS pianificano di impiegare personale aggiuntivo su oltre 1000 treni per assistere i viaggiatori con il carico e lo scarico delle biciclette nei compartimenti per bagagli. Sarà così possibile trasportare fino a 20 biciclette in più su ogni treno. Le FFS stanno inoltre ipotizzando la conversione di altre flotte e tenendo conto dell’aumento della domanda di posti bici nelle nuove acquisizioni di veicoli.

Tuttavia, non è possibile eliminare all’ultimo momento alcuni sedili dai treni in caso di domanda elevata. Questi sono necessari per permettere ad altri viaggiatori di sedersi e le FFS tengono sempre conto degli interessi di tutti i clienti. Non è nemmeno possibile aggiungere un numero illimitato di carrozze, perché la lunghezza massima di un treno è determinata dalla lunghezza dei marciapiedi nelle stazioni.

Inizio di una galleria d'immagini

Come può accadere che in definitiva, nonostante la prenotazione, il mio posto bici non sia disponibile?

Se un treno viene sostituito o accorciato all’ultimo momento, ad esempio a causa di un inconveniente di natura tecnica, non sempre le prenotazioni salvate nel sistema di prenotazione coincidono con il numero di posti bici effettivamente disponibili al suo interno. In questi casi il personale dei treni cerca di collocare le biciclette nel miglior modo possibile distribuendole in tutto il treno.

Importante: se tutti i posti bici nel treno sono occupati, anche sui treni senza obbligo di prenotazione negli orari di punta può accadere che alcuni viaggiatori con biciclette vengano respinti per motivi di sicurezza e debbano ripiegare su collegamenti alternativi.



Perché non posso sempre viaggiare nella stessa carrozza della mia bici?

I posti bici sono distribuiti in tutto il treno, cioè in prima e in seconda classe. Al momento della prenotazione non è possibile scegliere la classe. Se un gruppo prenota più posti bici, può accadere che le biciclette vengano distribuite in diverse carrozze e non viaggino tutte insieme. Stiamo lavorando al nuovo sistema di prenotazione e siamo consapevoli di quanto sia importante per i clienti poter selezionare il posto bici desiderato.

Cifre e fatti sulla stagione ciclistica 2021:

  • Nonostante il frequente maltempo, nella stagione ciclistica 2021 la domanda è cresciuta ancora: ad esempio, rispetto al periodo pre-pandemia, nel 2021 ha viaggiato sui treni FFS diretti in Ticino il 44% in più di ciclisti.

  • Nel 2021 è stato raggiunto per la prima volta il record di oltre 400 000 carte giornaliere bici vendute, corrispondente a un aumento del 7% rispetto al 2020, anno nel quale tra l’altro la domanda di carte giornaliere bici era già cresciuta (15%).

  • Il record nel 2021 è stato raggiunto nella giornata di domenica 18 luglio, con un totale di 2537 prenotazioni per bici sui treni InterCity nazionali.

  • Dall’estensione dell’obbligo di prenotazione sulla rete IC a marzo, sono state effettuate quasi 200 000 prenotazioni, di cui l’87% tramite l’app Mobile FFS.

  • Le FFS prevedono che la domanda continuerà ad aumentare, perciò svilupperanno gradualmente l’offerta dialogando con le associazioni di ciclisti e i rappresentanti del settore. Ciò nonostante, l’ulteriore ampliamento della capacità di biciclette richiede del tempo. Inoltre, a partire da quest’anno, sui treni ICN in esercizio da circa 20 anni saranno sostituiti i supporti per biciclette, in modo da poter agganciare meglio le bici moderne con ruote e gomme più grandi.