Una storia d’amore sul binario giusto

Hania Tawfik e Abdelrahman Shalaby hanno una relazione a distanza. Hania vive a Weimar, Abdelrahman a Zurigo. Ci raccontano la loro storia e come i viaggi in treno ne fanno parte: entrambi sfruttano questa modalità di viaggio rispettosa dell’ambiente per farsi visita.

Relazione a distanza Weimar–Zurigo: come tutto ebbe inizio

Abdelrahman e Hania sono originari dell’Egitto, ma da circa cinque anni vivono entrambi in Europa. Le loro strade si sono incrociate a Berlino grazie a un amico in comune. Abdelrahman aveva appena terminato il suo master in robotica al Politecnico federale di Zurigo ed era pronto per una relazione. Dopo il primo incontro a Berlino, successe tutto abbastanza in fretta. Fu un colpo di fulmine e non ci volle molto: erano felicemente innamorati e nell’estate 2021 hanno celebrato il loro matrimonio in Egitto. La storia è quasi identica anche dal punto di vista di Hania: per lei fu tutto chiaro già dal primo incontro con Abdelrahman. Praticamente il treno dell’amore da non perdere.

Inizio di una galleria d'immagini

Eppure Hania continua a vivere a Weimar e Abdelrahman a Zurigo, a circa 7 ore di distanza secondo l’orario FFS. Hania studia ancora a Weimar e perciò non può trasferirsi a Zurigo, mentre Abdelrahman ha appena iniziato un nuovo lavoro.

«Avendo ancora un anno di università a Weimar, trasferirmi a Zurigo per ora è complicato. Ma sicuramente più avanti andremo a vivere insieme.»
Hania Tawfik

Treno dopo treno, collegati l’uno all’altra

Un anno è un periodo affrontabile, dice Hania. Nel frattempo, i giovani sposi si riuniscono ogni due settimane grazie al treno. «Siamo davvero felici che in Europa ci sia una rete ferroviaria così affidabile», dice Hania. È un’opportunità per vivere al contempo ulteriori esperienze. Il trasporto pubblico e la ferrovia sono le loro modalità di viaggio preferite. Hania racconta: «Preferisco di gran lunga viaggiare in treno, perché posso sfruttare il tempo in maniera produttiva. Posso lavorare per l’università e all’occorrenza prendermi un tè nella carrozza ristorante. Viaggiando in treno il comfort non manca, anche rispetto ad altri mezzi di trasporto.» La possibilità di decidere all’ultimo di viaggiare in giornata da A a B rappresenta poi un ulteriore vantaggio per Hania.

Inizio di una galleria d'immagini

Per un ciclista entusiasta come Abdelrahman, viaggiare in treno ha anche altri vantaggi: «Viaggio spesso anche all’estero portando con me la mia bicicletta. Il treno è una soluzione molto comoda, perché di norma posso caricarla a bordo con semplicità.» In ogni caso bisogna essere prudenti e informarsi bene sulle diverse condizioni, dice Abdelrahman. Una volta, infatti, stava trasportando la bici nell’apposita sacca; per la clientela delle FFS, questa modalità di trasporto è gratuita. In Svizzera non ebbe problemi, ma oltrepassato il confine dovette scendere dal treno perché non aveva la prenotazione necessaria. «È consigliabile perciò controllare non solo il sito delle FFS, ma anche quello delle ferrovie europee partner, in questo caso la Deutsche Bahn.» Oppure si fa come Abdelrahman: «Una volta ho percorso la tratta fino a Monaco in bicicletta anziché in treno.»

Inizio di una galleria d'immagini

Per entrambi, però, il treno non è soltanto un luogo in cui studiare o una possibilità per trasportare la bicicletta, ma è anche una questione di convinzione: «È sempre più importante per me viaggiare con un mezzo di trasporto rispettoso dell’ambiente», dice Hania. Il treno in questo non ha rivali: solo a piedi o in bicicletta si potrebbe essere più attenti alla sostenibilità. Inoltre è molto suggestivo viaggiare in treno e immergersi nei paesaggi che si attraversano, pregustando l’atteso incontro che avverrà a Zurigo o a Weimar.

Inizio di una galleria d'immagini

Anche tu hai voglia di partire per mete lontane? Abdelrahman e Hania hanno qualche suggerimento esclusivo su Weimar e Zurigo.

Hania: Posso raccomandare caldamente l'architettura Bauhaus. E poi Weimar è una città estremamente importante a livello storico, e ha dato i natali a Goethe e Schiller. Adoro anche ammirarne le caratteristiche architettoniche e passeggiare nel Park an der Ilm.
Abdelrahman: Amo tutto di Zurigo, soprattutto i brunch. Recentemente siamo stati in un locale molto carino, il «Kafi Dihei», dove ci siamo sentiti come a casa.

Voglia di un viaggio in treno attraverso l’Europa? Nel nostro concorso su Instagram, puoi vincere uno dei tre Interrail Global Pass e altri interessanti premi.

Questo iframe contiene contenuti di terze parti che potrebbero non essere accessibili.