Perché c’è un albero alla stazione di Berna?

Per il lancio della loro campagna a tutela della natura, le FFS hanno collocato un platano di 10 metri alla stazione di Berna. Assieme alle 1000 piantine di edera che fanno da sfondo, questo immenso albero dovrebbe attirare l’attenzione della gente sull’impegno delle FFS a favore dell’ambiente.

Il team sul posto
Il team sul posto

L’aperitivo è stato un’occasione per capire meglio il grado di responsabilità che le FFS si assumono per il paesaggio e la tutela della natura nei pressi dei binari. «Lungo i binari ferroviari curiamo numerose superfici verdi la cui estensione complessiva è pari a 7200 campi da calcio», spiega Christina Meier, responsabile Sostenibilità FFS. Abbiamo tutti in mente quanto sia grande indicativamente un campo da calcio, ma per immaginarne migliaia insieme bisogna lavorare un po’ di fantasia. Karin Hilfiker, esperta di natura alle FFS, prosegue: «La sicurezza e il buon funzionamento dell’esercizio sono di prioritaria importanza e non possiamo permettere che gli alberi ostacolino la circolazione o che l’erba ricopra importanti segnali». Ma per le FFS è importante anche offrire un habitat adeguato a piante e animali. Ecco quindi che vengono ad esempio costruiti sottopassaggi e tunnel per gli animali selvatici o ancora rifugi per lucertole pensati per consentire loro di nidificare vicino ai binari. Una cosa è chiara: la tutela dell’ambiente sta molto a cuore alle FFS. Un altro aspetto a mio parere degno di nota è il fatto che le FFS intendano far circolare tutti i treni con corrente di trazione ottenuta esclusivamente da fonti rinnovabili entro il 2025.

l ruolo pionieristico delle FFS

Parlando con Fabian Scherer, responsabile di progetti per la sostenibilità e la tutela della natura alle FFS, scopriamo che le FFS svolgono anche un ruolo pionieristico nell’ambito dell’offerta di pacchetti di mobilità ecocompatibili. Dall’idea di combinare mezzi di trasporto su strada ecologici con i trasporti pubblici è nato un progetto unico al mondo: «Green Class FFS». Tra gli ospiti presenti all’inaugurazione c’era anche Daniel Riat, uno dei partecipanti al primo progetto «Green Class FFS» con auto elettrica BMWi3 in dotazione personale: «Green Class FFS è la soluzione ideale per me. Per gli spostamenti più brevi uso la mia auto elettrica mentre per i viaggi più lunghi attraverso il Paese prendo il treno. Sono fiero di contribuire a rendere la Svizzera un Paese più sostenibile.»

Sulla base del primo progetto pilota è nata la nuova offerta «Green Class FFS E-Bike» che combina l’AG con un’e-bike Stromer e altri servizi. In qualità di ambasciatori ufficiali di «Green Class FFS E-Bike» sfruttiamo questa offerta di mobilità a 360 gradi ogni giorno: essa ci consente di effettuare i nostri spostamenti quotidiani in tutta flessibilità, senza bisogno di possedere un’auto e soprattutto regalandoci una magnifica sensazione di felicità! Attraversare il ponte Kornhausbrücke a massima velocità mi strappa sempre un sorriso.

Siamo positivamente sorpresi e impressionati dal contributo che le FFS forniscono alla tutela dell’ambiente in Svizzera. Non a caso sono una delle imprese ferroviarie più ecologiche d’Europa. Speriamo che altre ferrovie possano seguire il loro esempio.

L’albero di 10 metri farà le veci del punto di ritrovo della stazione di Berna fino a fine settembre

L’albero di 10 metri farà le veci del punto di ritrovo della stazione di Berna fino a fine settembre

L’albero alla stazione di Berna simboleggia il mezzo di trasporto più ecologico: il treno. È un albero grande e grosso che vale la pena vedere. Ci siamo chiesti fino a quando rimarrà in stazione: «Presumibilmente fino a fine settembre» hanno risposto le FFS. Sia le piante di edera che l’albero continueranno a vivere anche una volta rimossi dalla stazione. Le FFS stanno cercando un luogo adatto in cui trasferirli. Se siete curiosi di sapere come l’albero sia arrivato fino alla stazione di Berna guardate il «making of»: https://vimeo.com/223141790.

L’offerta combinata di mobilità sostenibile «Green Class FFS E-Bike» raggruppa in un unico pacchetto un AG di 1a o 2a classe, un’e-bike di ultima generazione della marca Stromer, un abbonamento Mobility Carsharing e molto altro. Le FFS cercano fino al 13 luglio 2017 pionieri della mobilità che desiderano testare l’offerta di mobilità combinata «Green Class FFS E-Bike» per un anno. Per saperne di più e candidarsi: www.ffs.ch/greenclass.