In viaggio con gli specialisti di mercati finanziari delle FFS

Robert Eigenheer è alla guida del team Front Office nel Corporate Treasury delle FFS che si occupa principalmente dei finanziamenti e gestisce i rischi finanziari a livello di Gruppo.

Robert Eigenheer, responsabile Corporate Treasury Front Office
Robert Eigenheer, responsabile Corporate Treasury Front Office

Oggi, giovedì, la mia giornata di lavoro inizia nel treno supplementare delle 06.49 da Zurigo a Berna. Per quattro giorni lavorativi su cinque questa è la mia routine. In una giornata ho in programma perlopiù riunioni esterne con banche oppure lavoro da casa. Il viaggio in treno per me è il momento ideale per leggere l’NZZ. Sempre in treno leggo le novità dalle sezioni di ricerca delle nostre banche partner.

Luce rossa

Puntuale alle ore 7.45 il mio InterCity sfreccia accanto al mio luogo di lavoro con il grande orologio delle FFS. Ebbene sì, anch’io avrei utilizzato il cosiddetto «treno speciale per le FFS» con fermata a Berna Wankdorf. E invece devo cambiare alla stazione di Berna. Come sempre anche oggi - ormai impassibile - vedo solo la luce posteriore rossa del treno in coincidenza S44, perso per un soffio. «Pazienza», penso. Non è poi così male una breve attesa alla stazione di Berna.

Schermi neri

Giunto al mio posto di lavoro al sesto piano, faccio subito il login al mio spazio da Bloomberg. Come sempre mi attende la citazione del giorno: «Much learning does not teach understanding», ossia «L’erudizione non insegna ad avere intelligenza». Condivido il pensiero di Eraclito, ma spontaneamente aggiungerei: «…ma l’erudizione consente all’intelligenza di svilupparsi!».

Dai miei due schermi vedo quali sono al momento i corsi delle valute e i tassi d’interesse rilevanti: EURCHF a 1.1335, USDCHF a 0.9659 e i tassi in franchi svizzeri sono diminuiti.

Immagini dal mercato delle valute estere (i due grafici in alto) e dal mercato dei tassi (i due grafici in basso). Fonte: Bloomberg, 10.08.2017

Per noi oggi è importante soprattutto il corso del dollaro statunitense, perché dobbiamo eseguire un’operazione di copertura del rischio (nel gergo tecnico si parla di «hedge») Questo compito è affidato a Simon che sta svolgendo uno stage da noi al Front Office. Ma prima di mettersi al lavoro il nostro team si trova per un caffè sul ponte.

Puntuale per l’inizio dell’attuale giornata sul mercato azionario alle 9.00 sono in pole position con una sufficiente dose di caffeina in corpo. L’indice SMI apre con un più 0,02% – quasi invariato rispetto a ieri. Solo Adecco registra un forte ribasso, causato da un utile netto e un fatturato nel secondo trimestre inferiori alle aspettative degli analisti. Questi, dopo le solide cifre del trimestre dei concorrenti Randstad e Manpower, si sarebbero aspettati molto di più. Il risultato è un meno 3,17% all’avvio delle negoziazioni.

Transazione verde

Per coprire i rischi legati alle valute delle FFS Simon esegue una cosiddetta «operazione swap su divise» per 48 milioni di dollari US. I parametri della transazione vengono accuratamente preparati nel nostro sistema elettronico di negoziazione e infine premendo «Richiedi offerta» viene inviata la richiesta di un prezzo. In un batter d’occhio iniziano ad arrivare le prime offerte delle banche.

Basta un clic sul campo in verde e la transazione è eseguita al miglior prezzo. Ultimamente le richieste di Simon se le è sempre aggiudicate la stessa controparte. E così chiedo a questa banca: «Avete un accordo di negoziazione esclusivo con Simon?». La risposta non si fa attendere: «I nostri prezzi sono i migliori. Abbiamo ridotto notevolmente gli spread. Spero vediate la differenza.». Ora il nostro Middle Office esamina l’operazione per l’approvazione. Infine il Back Office esegue il pagamento.

Corporate Treasury: il tesoriere delle FFS

A seguito di una ripartizione delle funzioni la Corporate Treasury delle FFS è suddivisa in tre settori parziali:

  • Front Office: si occupa di finanziamenti, della gestione dei rischi finanziari e della negoziazione delle operazioni finanziarie.

  • Middle Office: si occupa del controlling dei rischi e dell’approvazione delle operazioni finanziarie.

  • Back Office: si occupa del Cash Management e dello svolgimento delle operazioni finanziarie.

Bellezza turchese

Tra poco è mezzogiorno. Il martedì e il giovedì i giovani dell’organizzazione finanziaria escono a fare jogging. Oltre alla sana boccata d’aria la corsa mi piace perché è un’occasione di scambio con i colleghi.

Nonostante la pioggia infiliamo le scarpe e partiamo per il nostro giro lungo la riva turchese dell’Aar. È davvero un privilegio correre immersi in queste meraviglie naturali: dobbiamo imparare ad apprezzare i corsi d’acqua svizzeri! Il successivo pranzo termina poi con il classico Espresso Macchiato.

Cifre rosse

Il pomeriggio riceviamo la visita di revisori esterni che esaminano le nostre attività commerciali nel Treasury. In questo primo incontro spieghiamo la nostra organizzazione nei settori Front, Middle e Back Office. Infine presentiamo brevemente i nostri modelli di rischio. Pieno di orgoglio illustro il nostro modello di rischio per le valute estere con l’analisi delle exposure, le volatilità implicite, l’intervallo di confidenza e i limiti del rischio; alla fine mi domando sempre se i miei interlocutori mi ascoltano davvero e se hanno realmente capito.

La giornata di lavoro sta per finire. Tutti i titoli SMI terminano le negoziazioni in perdita e l’indice è in rosso con un meno 0,86%. Quando esco dall’ufficio il corso EURCHF è di 1,1316 (meno 0,17%). Purtroppo la giornata sui mercati finanziari non è delle più spettacolari per questo racconto. In ogni caso si tratta del racconto di una giornata reale, perché nel Treasury delle FFS la giornata non è sempre movimentata, ma l’evento inatteso è sempre dietro l’angolo.