Le FFS vogliono produrre 30 gigawattora di energia solare

Le FFS si impegnano notevolmente a favore della sostenibilità. Esemplare è la produzione di energia solare. Su diversi tetti l’azienda ha già installato degli impianti fotovoltaici e il successo non si è fatto attendere: uno di essi è stato perfino insignito del Premio solare svizzero.

Un impianto fotovoltaico sul tetto
Un impianto fotovoltaico sul tetto

Si parla tanto di energia solare, anche alle FFS. L’obiettivo dell’azienda riguarda proprio questo tema: produrre, entro il 2030, 30 gigawattora di corrente da energia solare sui tetti dei propri edifici. Con 30 gigawattora si potrebbe coprire il fabbisogno di corrente di circa 6700 economie domestiche svizzere medie per un anno. L’obiettivo delle FFS è ambizioso. Il mandato di produrre nuove energie rinnovabili è giunto dalla consigliera federale Doris Leuthard. Le FFS hanno elaborato e inoltrato il piano d’azione richiesto alla fine del 2017. Ora si tratta di attuare il piano nell’ambito del nuovo programma parziale delle FFS «Nuove energie rinnovabili». Nel frattempo, sono già stati realizzati alcuni progetti nel settore fotovoltaico: il tetto di pannelli fotovoltaici dell’impianto di servizio di FFS Cargo a Muttenz e gli impianti sugli edifici della tecnica ferroviaria a Rotkreuz e Immensee.

Premiato impianto fotovoltaico di Muttenz

Già nel 2016, il piazzale antistante l’impianto di servizio di FFS Cargo a Muttenz è stato completato con una tettoia e una facciata realizzati con moduli fotovoltaici semitrasparenti su misura integrati in modo ottimale. La luce può così penetrare garantendo una gradevole illuminazione del capannone. Durante il giorno nel capannone e negli uffici non è quindi necessario ricorrere all’illuminazione artificiale. L’impianto fotovoltaico produce corrente per circa 86 900 chilowattora all’anno, pari al consumo annuo di energia di circa 20 economie domestiche medie.

La corrente prodotta viene utilizzata interamente per il proprio fabbisogno, ma, poiché copre soltanto il 17 percento del fabbisogno complessivo di energia dell’edificio, non significa che possa essere scollegato dalla rete elettrica. Per il suo carattere innovativo, lo scorso anno l’impianto solare di Muttenz è stato insignito del Premio solare svizzero. La giuria ha valutato il progetto di FFS Cargo come un esempio innovativo per le svariate possibilità di utilizzo dei sistemi solari integrati nell’edificio.

Impianto di servizio di FFS Cargo a Muttenz

Altri impianti in funzione

In totale sono già undici gli impianti fotovoltaici in funzione. All’inizio del 2018, le FFS hanno installato tali impianti sui propri edifici della tecnica ferroviaria a Rotkreuz e Immensee. Nel corso dell’anno seguirà anche la messa in funzione presso la stazione di smistamento di Limmattal. Inoltre, verificano la produzione di corrente da energia solare su altri tetti, ad esempio di stazioni, officine, centri di intervento, centrali elettriche o marciapiedi.

Le FFS investono prevalentemente negli impianti fotovoltaici in cui la maggior parte della corrente prodotta viene utilizzata per il proprio fabbisogno e non deve essere reimmessa nella rete pubblica. Ad esempio, a Immensee il consumo proprio è pari a circa l’80 percento, a Rotkreuz o presso l’impianto di servizio di Muttenz perfino al 100 percento.

Lo sfruttamento del potenziale del fotovoltaico supporta il raggiungimento dell’obiettivo del programma di risparmio energetico delle FFS, il risparmio di 600 gigawattora di energia all’anno entro il 2025. Ciò equivale al consumo annuo di energia di circa 150 000 economie domestiche o di tutte le economie domestiche del Cantone Ticino.

Edificio della tecnica ferroviaria a Immensee
Edificio della tecnica ferroviaria a Rotkreuz

Edificio della tecnica ferroviaria a Immensee

Edificio della tecnica ferroviaria a Rotkreuz