Navigation

Servicelinks

Top part of the Navigation

Gita tra donne a Digione

Digione, capoluogo della Borgogna-Franca Contea, dista solo due ore e mezzo di treno da Zurigo e pare che il suo charme francese non abbia nulla da invidiare alla capitale. La città perfetta per un fine settimana con la propria migliore amica, a suon di shopping e chiacchiere tra donne in qualche g

Gita tra donne a Digione
Gita tra donne a Digione

Poco prima di mezzogiorno saliamo sul TGV in partenza da Zurigo, che tra l’altro arriva fino a Parigi. Durante il viaggio di certo non ci si annoia. Superato il confine, dopo Basilea, veniamo subito attratte dal meraviglioso paesaggio della Borgogna che ci scorre davanti. Poco dopo arriviamo nel cuore della città di Digione. La stazione si trova in una posizione centrale e anche il nostro hotel dista soli pochi minuti a piedi.

Dopo esserci registrate in hotel, partiamo alla scoperta del centro storico armate di macchina fotografica. Ciò che ci colpisce di più sono le piccole stradine, i fantastici edifici e le innumerevoli sale da tè. La tappa successiva è Notre-Dame, e no, non siamo a Parigi, anche se la chiesa di Digione si difende bene. Tra l’altro, sul lato sinistro della chiesa c’è un bassorilievo in pietra raffigurante una civetta, pare che accarezzarla porti fortuna. Purtroppo subito dopo iniziano a cadere le prime gocce di pioggia, per questo decidiamo di rinunciare al percorso della civetta, un itinerario diviso in 22 tappe che percorre tutta la città immergendo i visitatori nell’atmosfera dei tempi antichi, mentre scoprono la storia di Digione.

Place de la Libération, Digione
Sul lato sinistro della chiesa c’è un bassorilievo in pietra raffigurante una civetta, pare che accarezzarla porti fortuna.

Confortevoli sale da tè in ogni angolo

Preferiamo cercare una confortevole sala da tè e riscaldarci con una teiera bollente e un dolce fatto in casa. Per fare una piacevole chiacchierata tra donne vi consigliamo assolutamente La Causerie des Mondes dall’arredamento grazioso e accogliente. Finita la pioggia, la nostra to-do-list prevede di fare un salto a Place de la Libération per scattare qualche foto. Ancora oggi la piazza rappresenta il centro della città.


Durante il nostro tour di esplorazione ci imbattiamo in molti ristoranti segnalati sulla guida Gault Millau, tuttavia optiamo per una serata tranquilla a base di cucina locale. Il locale L’Epicerie et Compagnie ci colpisce per l’arredamento elegante. Per i nostri gusti, il viaggio tra i sapori delle specialità locali è degno di essere definito un’«esperienza straordinaria»; la serata poi si conclude con un buon bicchiere di vino.

L’Epicerie et Compagnie.

Un paradiso per buongustai

Il giorno successivo facciamo una capatina al mercato settimanale. Il mercato Les Halles è un vero e proprio paradiso per gli amanti del buon cibo, che possiamo considerare la chicca del nostro viaggio a Digione. Qui io e Nicole preferiremmo fare subito la spesa per l’intera settimana. Il vivace andirivieni del mercato coperto e la vastissima offerta ci hanno conquistate. Suggerimento: prima di andare è bene verificare gli orari di apertura, il mercato è chiuso la domenica, il lunedì e il mercoledì.

Famosa senape di Digione.
Il mercato Les Halles.

Naturalmente non possiamo non portar via con noi un barattolo della famosa senape di Digione, acquistabile nei numerosi negozi di souvenirs che ne offrono tante varietà o anche al mercato settimanale.

Il nostro fine settimana non può concludersi senza un po’ di sano shopping nel piccolo ma grazioso viale commerciale di Digione e un ultimo tè accompagnato da una fetta di torta in una delle numerose ed eleganti sale da tè. Il giorno successivo saliamo sul treno diretto a Zurigo. Il TGV, come da orario, ci riporta direttamente a casa in due ore e mezza, dove appena arrivate ci salutiamo e pensiamo già al nostro prossimo fine settimana tra donne.