Navigation

Servicelinks

Top part of the Navigation

Prevenzione dei suicidi sui binari: un impegno che ripaga

Le FFS si impegnano da anni nella prevenzione dei suicidi sui binari. Le misure adottate si stanno rivelando efficaci e per il futuro sono previsti provvedimenti direttamente legati all’esercizio ferroviario.

Per noi esseri umani, il suicidio è un atto difficile da capire e che crea grande sofferenza e afflizione. Oltre a provocare un dolore quasi insostenibile per i parenti delle vittime, i suicidi sui binari si ripercuotono pesantemente anche sui collaboratori delle FFS e in parte sui passeggeri. Per questo, nel 2013 le FFS hanno deciso di impegnarsi attivamente nella prevenzione dei suicidi sui binari e di attuare un piano di misure coordinato con il Piano d’azione prevenzione del suicidio dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Su incarico dell’UFSP, le FFS hanno redatto un dossier relativo ai suicidi sui binari (link). Tra le altre cose, esso contiene un bilancio delle attività di prevenzione svolte finora, un confronto tra i provvedimenti adottati dalle FFS e quelli presi da altre ferrovie estere e raccomandazioni su come fare per limitare ulteriormente i suicidi lungo la rete ferroviaria delle FFS.

Collaboratori FFS coraggiosi

Oltre allo scambio di informazioni con autorità e organizzazioni, si sono rivelati efficaci anche la comunicazione distaccata e obiettiva sui casi di suicidio, l’adozione di misure architettoniche come recinzioni e barriere nonché la formazione e la sensibilizzazione dei collaboratori FFS sull’argomento. Già diverse volte è accaduto che l’intervento coraggioso di collaboratori FFS nelle stazioni e sui binari abbia consentito di prevenire dei suicidi e di salvare vite.

Anche se servirà più tempo per valutare in maniera definitiva l’efficacia dei provvedimenti, finora le esperienze fatte con il piano di misure sono state positive. Pertanto, le FFS continueranno a portare avanti i propri sforzi in questo campo e in futuro si concentreranno su misure direttamente legate all’esercizio ferroviario:

  • integrazione di opzioni per la prevenzione dei suicidi nei progetti di costruzione delle FFS e nelle relative pianificazioni;

  • cura di una rete di contatti con partner e organizzazioni selezionati per promuovere un’attività di sensibilizzazione e l’aiuto reciproco;

  • ufficio di coordinamento interno alle FFS incaricato di trattare le questioni relative alla prevenzione dei suicidi.

Le FFS vogliono continuare ad assumersi questa responsabilità per la società e svolgere un ruolo attivo nella prevenzione dei suicidi. Tuttavia, come impresa di trasporto non possono farcela da sole ed è fondamentale che la collaborazione nella prevenzione dei suicidi sia il più estesa possibile. A tale scopo, il Piano d’azione prevenzione del suicidio dell’UFSP offre i presupposti perfetti e le FFS continueranno a sostenerlo anche in futuro.