«Penso che di manovratori ce ne sarà sempre bisogno»

La digitalizzazione e l’automazione non si fermano nemmeno davanti al traffico merci. Nel seguente ritratto audio, il manovratore Kilian Schönenberger ci spiega come l’accoppiamento automatico e la prova automatica dei freni cambieranno la quotidianità lavorativa di FFS Cargo.

«Penso che di manovratori ce ne sarà sempre bisogno»
«Penso che di manovratori ce ne sarà sempre bisogno»

Kilian Schönenberger lavora come manovratore presso FFS Cargo da 25 anni. Una professione tutt’altro che semplice: i pesanti tenditori a vite, i lunghi treni da ispezionare e il fatto di doversi sempre piegare mettono a dura prova la resistenza fisica. Presto FFS Cargo introdurrà l’accoppiamento automatico e la prova automatica dei freni nell’esercizio reale. Nel ritratto audio, Kilian parla della sua quotidianità lavorativa tra i binari e di come vede questo cambiamento verso l’automazione del servizio di manovra.

Non avete il tempo o la possibilità di ascoltare il ritratto audio? Ecco le principali affermazioni.

  • Oggi l’accoppiamento e la prova dei freni sono attività stancanti, impegnative, che richiedono una lunga camminata attorno al treno merci. 

  • Kilian Schönenberger è contento dell’accoppiamento automatico. Questa innovazione faciliterà il suo lavoro.

  • «Di manovratori ce ne sarà sempre bisogno», Kilian non ha dubbi.

  • I recenti sviluppi come l’impiego di telecamere avranno l’effetto di agevolare la quotidianità del manovratore.