Il presidente CoPe Beat Schellenberg: «Insieme per non deragliare»

Beat Schellenberg, presidente della CoPe del Gruppo, analizza nella sua rubrica i risultati del sondaggio tra il personale.

Beat Schellenberg, presidente della CoPe del Gruppo
Beat Schellenberg, presidente della CoPe del Gruppo

Nulla di nuovo sul fronte dei risultati del sondaggio tra il personale 2018: soddisfazione e motivazione stabili, fiducia nella Direzione del Gruppo in calo. Quello che mi preoccupa di più, invece, è il perdurare delle marcate differenze tra Settori centrali e Immobili, da un lato, e le divisioni Infrastruttura, Viaggiatori e Cargo, dall'altro. Anche i risultati dei collaboratori e quelli del livello quadri sono in parte molto divergenti.

La Direzione del Gruppo va avanti tutta.

Beat Schellenberg

Questa situazione mi fa pensare a un lungo treno. La Direzione del Gruppo, la locomotiva, va avanti tutta. Ma tutto il treno si è messo in movimento? Sono tutti saliti a bordo? Perché sembra proprio che la forza centrifuga esercitata dalle carrozze di coda farà deragliare il treno alla prossima curva.

Allora, che fare? Dare un'occhiata negli specchietti retrovisori e ridurre la velocità, per affrontare insieme la curva. Non guasterebbe anche un aiutino da parte del servizio di spinta. Che sarebbe poi il compito che devono svolgere i superiori gerarchici. Compito per il quale hanno tuttora bisogno di sostegno e di risorse in termini di tempo. Così, idealmente, ciascuna carrozza potrebbe contribuire con la propria spinta, per aiutare il treno a rimanere in carreggiata nel suo percorso di trasformazione verso il futuro.

A servizio concluso, si discuterebbe insieme nel deposito. E questa discussione collettiva permetterebbe pian piano di appianare i divari, così da avere risultati più uniformi al prossimo sondaggio.