Un mondo da scoprire nella nostra aula viaggiante

Ogni anno con il Treno scuola e scoperta delle FFS 18 000 ragazzi partono per un viaggio didattico unico in Svizzera. Incentrato sul tema della responsabilità, il treno riconvertito ferma in oltre trenta località del nostro Paese.

Un mondo da scoprire nella nostra aula viaggiante
Un mondo da scoprire nella nostra aula viaggiante

Molti degli allievi che salgono a bordo del Treno scuola e scoperta per la prima volta provano innanzitutto grande stupore: infatti questo treno ha un aspetto totalmente diverso da quello di un normale treno FFS. Ad esempio ha un compartimento dedicato all’energia. Qui il visitatore collega un cavo basandosi sulle domande di un quiz. Un altro compartimento è dedicato al tema della «mobilità del futuro». In questo spazio buio con luci al neon ai ragazzi viene chiesto che cosa è più importante per loro: «uomo o robot?», «Città o campagna?». 

Se tutte le spine sono posizionate correttamente, la luce si accende. Quasi come nel quiz televisivo per ragazzi «1, 2 oder 3».
Reale, ma con un non so che di fantascientifico: il compartimento «mobilità del futuro».

Se tutte le spine sono posizionate correttamente, la luce si accende. Quasi come nel quiz televisivo per ragazzi «1, 2 oder 3».

Reale, ma con un non so che di fantascientifico: il compartimento «mobilità del futuro».

Un viaggio di due ore tra professioni e futuro

L’aula viaggiante per alunni di età compresa tra 11 e 16 anni è molto popolare: ogni anno circa 18 000 ragazzi in trenta località visitano il Treno scuola e scoperta delle FFS. Possono così farsi un’idea del futuro, delle possibili professioni, della tecnologia, della sostenibilità – e anche delle proprie aspirazioni. 

Di compartimento in compartimento alla scoperta di nuovi mondi

Gli alunni scoprono i vari compartimenti del treno autonomamente e, assistiti da moderatori con formazione pedagogica, elaborano in modo ludico contenuti su temi quali la sicurezza, il consumo energetico sostenibile, la mobilità e la scelta professionale.

Riconoscere l’impronta lasciata con il proprio consumo di energia.
In questo spazio simile a una galleria si trova un angolo cinema futuristico. Qui è possibile scoprire importanti progetti, con spiegazioni fornite dai ragazzi per i ragazzi.

Riconoscere l’impronta lasciata con il proprio consumo di energia.

In questo spazio simile a una galleria si trova un angolo cinema futuristico. Qui è possibile scoprire importanti progetti, con spiegazioni fornite dai ragazzi per i ragazzi.

Uno dei preferiti dai giovani visitatori è il compartimento «popcorn»: i ragazzi producono corrente con pedali a mano attivando così un ventilatore, una radio e infine un microonde che cuoce i popcorn. «Il divertimento per noi è fondamentale. L’approccio sorpresa-movimento-apprendimento-gioco entusiasma proprio tutti superando i confini cantonali e rendendo questo programma un’esperienza didattica unica in Svizzera», spiega Olivier Matter, capoprogetto generale di Scuole FFS. Inoltre il messaggio centrale che dovrebbe veicolare il Treno scuola e scoperta è quello della responsabilità, prosegue Matter. I ragazzi sono il futuro e vanno stimolati a dargli forma attivamente.  

Popcorn: frutto di uno sforzo comune nel compartimento energia.
Lo smaltimento dei rifiuti inizia sul marciapiede e continua sul treno per permettere a tutti un piacevole viaggio.

Popcorn: frutto di uno sforzo comune nel compartimento energia.

Lo smaltimento dei rifiuti inizia sul marciapiede e continua sul treno per permettere a tutti un piacevole viaggio.

Uno scambio interattivo  

Per finire si svolge sempre un quiz in cui la classe può aggiudicarsi un premio. Tutti vengono interrogati sugli argomenti trattati durante il viaggio di quasi due ore. La maggior parte delle classi vince. E oltre alla vittoria, si porta a casa anche utili conoscenze.