Navigation

Servicelinks

Top part of the Navigation

Bye bye CO2!

Il treno è il mezzo di trasporto motorizzato più ecologico e con le più basse emissioni di CO2. Abbassare le emissioni di CO2 è solo uno dei campi d’azione delle FFS in termini di ecologia. Un punto della situazione attraverso cinque cifre chiave.

  1. Solo gli spostamenti a piedi e in bici sono più ecologici del treno.
    In Svizzera, viaggiando in treno anziché in auto si producono 27 volte meno emissioni di CO2 e si consuma solo un sesto dell’energia. In altri termini, il treno rimane il mezzo di trasporto motorizzato più ecologico.

  2. Dimezzare le emissioni di CO2 entro il 2025.
    Le FFS sono sulla buona strada verso il raggiungimento del loro ambizioso obiettivo: entro il 2025, puntano a ridurre le loro emissioni di CO2 del 50 percento rispetto al 1990. A fine 2018, le emissioni risultavano già ridotte del 44 percento. Tra i numerosi esempi di misure realizzate, possiamo citare la sostituzione del riscaldamento a olio combustibile tramite il riscaldamento a pellet di legno o la decisione di puntare sulle locomotive di manovra ibride.

  3. L’auto elettrica emette 13 volte più CO2 del treno.
    Sebbene l’auto elettrica non consumi energie fossili, non è certamente più ecologica del treno. Tutt’altro: viaggiando con le FFS si emettono 7 grammi di CO2 per chilometro, mentre con l’auto elettrica 92 grammi di CO2 per chilometro, in base all'energia elettrica del mix medio svizzero di consumatori. Bilancio a favore del treno anche per il consumo energetico: 0,14 chilowattora d’energia in treno vs 0,85 chilowattora d’energia con l’auto elettrica.

  4. 90 percento di energia idroelettrica.
    Le FFS possiedono 7 centrali idroelettriche per la produzione della corrente di trazione. Attualmente i treni delle FFS sono alimentati al 90 percento con energia idrica. Obiettivo per il 2025: 100 percento. Semaforo verde per il treno, in tutti i sensi! La corrente domestica per le stazioni, gli uffici e gli edifici di servizio è già oggi prodotta senza emissioni di Co2.

  5. Il marciapiede del futuro: costruito per l’80 percento con materiali riciclati?
    Nel 2018 le FFS hanno prodotto più di 400 000 tonnellate di rifiuti d’esercizio e dei viaggiatori. Per riciclarli, le FFS non si limitano alla semplice raccolta differenziata nelle stazioni. Attualmente si sta testando la possibilità di ricorrere a marciapiedi costruiti per l’80 percento con materiali riciclati. Materiali riciclati o meno, costruzione e sostenibilità vanno di pari passo alle FFS. È per questo che FFS Immobili si attiene sistematicamente allo standard DGNB, adattato per la Svizzera, della Società tedesca per l'edilizia sostenibile. Lo standard permette di pianificare, edificare, gestire e certificare edifici e quartieri secondo un concetto uniforme di sostenibilità. Esso valuta inoltre i progetti a diversi livelli, come è ad esempio il caso di Minergie. Attualmente viene applicato con successo in tutto il mondo in più di 20 Paesi e per oltre 1500 edifici.

Il «Forum des 100» all’insegna della sostenibilità

Le FFS sono partner strategico del Forum des 100, che quest’anno è dedicato alla transizione ecologica. Questa piattaforma della Svizzera romanda, che ogni anno riunisce più di 800 personalità da tutti i settori, permetterà di accrescere l’impegno delle FFS in materia di sostenibilità. Jacques Boschung, membro della direzione FFS e capo Infrastruttura, affronterà il tema della sostenibilità alle FFS attraverso diversi esempi.

Calcul des émissions de CO2 et des valeurs énergétiques

Les chiffres indiqués dans l’article tiennent compte de la totalité du bilan écologique («du berceau jusqu’à la tombe»). Toutes les données proviennent des facteurs mobitool et sont accessibles au public sur le site www.mobitool.ch. Les personnes intéressées peuvent consulter ce dernier pour obtenir des informations plus détaillées ainsi que des indications sur la méthodologie employée dans le rapport de référence.