Locomotive, lampadine e segnali bassi

I segnali bassi potrebbero sembrare insignificanti, ma sono di grande importanza. Georg Polito, di professione macchinista, ci spiega la sua strategia per non mancare nessun segnale basso.

Diversamente da quanto potrebbe sembrare, i segnali bassi hanno una grande importanza nelle corse di manovra. Le tre lampadine disposte a triangolo regolano ogni giorno migliaia di corse nei fasci di binari. «Via libera», «via libera con prudenza» o «fermata», sono le tre immagini possibili. Data la loro dimensione e non essendo seguiti da altri sistemi di sicurezza, i segnali bassi richiedono un'attenzione speciale da parte di macchinisti e capimovimento.  

Nonostante tutta la prudenza possibile, negli ultimi anni il numero di casi di superamento di segnali bassi chiusi è aumentato. Solo nel 2018, le FFS hanno registrato circa 150 casi di segnali bassi superati, su cui invece figurava l’immagine di fermata. Georg Polito conosce bene il problema da ben due prospettive diverse: in veste di macchinista per FFS Cargo e in quella di istruttore.  

Georg sa quanto sia facile mancare un segnale basso. Se ad esempio la locomotiva si ferma proprio davanti al segnale, questo rimane nascosto nell'angolo morto. E se in quel momento il macchinista guarda per sbaglio il segnale seguente posto davanti a lui, rischia di tirare la conclusione sbagliata. Ad esempio, se il segnale più avanti si trova su un fascio a più binari e il macchinista crede che il «via libera» lo concerna, quando invece si riferisce al binario accanto. È facile allora immaginarsi gli scenari peggiori.  

Per questo Georg è sempre molto concentrato quando deve percorrere i segnali bassi. «È come accendere una lampadina per vederci meglio quando la luce è debole». Se l'attenzione è come una lampadina accesa, il piccolo segnale basso acquista tutta l'importanza necessaria per la sicurezza dell'esercizio ferroviario.  

«Piccola causa – grande effetto»: nell’ambito della campagna per la sicurezza e la qualità, stiamo cercando storie tratte dalla quotidianità lavorativa dei collaboratori FFS. Se anche tu, come Georg Polito, hai un consiglio per contribuire alla sicurezza dell'esercizio ferroviario, condividilo con noi. Trovi maggiori informazioni e altre storie su www.ffs.ch/sicurezza-qualita.  http://www.ffs.ch/sicurezza-qualita