Navigation

Servicelinks

Top part of the Navigation

Informazioni su binari e ritardi direttamente sullo smartphone

I ritardi dei treni sono una vera e propria scocciatura. Se oltretutto l’informazione è carente, è ancora più fastidioso. Entro la fine del 2019 le FFS testeranno un sistema di notifiche push. Con il cambiamento d’orario 2019 adotteranno inoltre provvedimenti per migliorare la puntualità.

Informazioni su binari e ritardi direttamente sullo smartphone
Informazioni su binari e ritardi direttamente sullo smartphone

Con l’app «Preview FFS» le FFS sperimentano regolarmente nuovi potenziali sviluppi della loro app «Mobile FFS». l’attenzione si concentra ora sull’invio di notifiche push. Per fine anno gli utenti dell’app Preview FFS potranno abbonarsi a notifiche push e ricevere informazioni di viaggio direttamente sullo smartphone.

  • Informazioni sui ritardi

  • Soppressioni di treni

  • Coincidenze: pochi minuti prima di partire o cambiare treno, ai viaggiatori viene notificato il binario di partenza del treno (in coincidenza).

  • Cambiamenti di binario: i viaggiatori ricevono una notifica con il numero del binario da cui parte il treno solo in caso di variazioni rispetto allo standard.

I clienti sono liberi di scegliere con quale frequenza ricevere le informazioni.

  • Viaggio singolo: i clienti ricevono le notifiche per un singolo viaggio (ad es. un unico viaggio Berna–Losanna).

  • Viaggio ricorrente: questa opzione è di particolare interesse per i pendolari che possono abbonarsi a un collegamento specifico e ricevere ogni giorni informazioni a riguardo.

È bene specificare che per testare il servizio non è necessario acquistare il biglietto con l’app Preview FFS. Potranno così beneficiare delle notifiche anche i titolari di AG o abbonamenti di percorso. Le FFS prevedono di implementare le nuove funzioni nella normale app nel primo semestre del 2020.

Prime misure per il miglioramento della puntualità con il cambiamento d’orario 2019

Al momento attuale, per le FFS risulta complesso mantenere elevata se non accrescere ulteriormente la puntualità dei clienti. A fronte del continuo aumento del traffico e del moltiplicarsi dei cantieri, come pure degli errori commessi nella pianificazione della formazione del personale di locomotiva e dei ritardi con i treni bipiano per il traffico a lunga percorrenza, le tensioni in ambito operativo sono destinate a protrarsi fino al 2021. Per questo, le FFS intendono migliorare la pianificazione dell’offerta, della produzione ferroviaria e dei progetti di costruzione e, dove necessario, prevedere specificatamente maggiori riserve a livello di materiale rotabile, impianti, personale e orario. Le prime misure saranno attuate con il cambiamento d’orario di dicembre. Si tratta di adattamenti nell’ordine di pochi minuti – a volte addirittura secondi – dal momento che nel breve periodo non è possibile fare di più.

Per migliorare le coincidenze a Berna e Zurigo dei clienti provenienti dall’Oberland bernese e dal Vallese, le FFS introdurranno a Spiez il principio «first in, first out». Oggi l’IC 8 proveniente da Briga e l’IC 61 da Interlaken Est arrivano in stazione praticamente nello stesso momento; l’orario prevede che l’IC 61 prosegua poi verso Berna tre minuti prima dell’IC 8. Con il nuovo orario, il treno che sarà pronto prima partirà per primo. In questo modo le FFS impediscono che il ritardo di un treno si ripercuota sull’altro, dimezzando il numero di rotture di coincidenza a Berna e a Zurigo. A Spiez le FFS informano i viaggiatori tramite annunci con altoparlante o indicazioni sugli schermi dei treni o delle stazioni nonché con l’app Mobile FFS per assicurarsi che tutti salgano sul treno giusto o riescano a cambiare in tempo.

Inoltre, ai passeggeri che viaggiano tra la Svizzera orientale e l’Altopiano e viceversa le FFS consigliano di cambiare all’aeroporto anziché alla stazione centrale di Zurigo. All’aeroporto i passeggeri possono infatti cambiare sullo stesso marciapiede: questo consente di ridurre i tempi di cambio e di rendere più affidabili le coincidenze senza per questo dover modificare l’orario. Alla stazione centrale di Zurigo ciò non è possibile, poiché i treni interessati si fermano in punti diversi della stazione. Anche per questa misura le FFS devono informare adeguatamente i viaggiatori, poiché essi devono modificare le proprie abitudini di cambio ormai assodate.

La rete ferroviaria più trafficata d’Europa ha gli standard di puntualità più severi

Tra le ferrovie europee le FFS sono quelle con gli standard più severi: un treno è considerato puntuale fino a un ritardo massimo di tre minuti. Al contempo, con oltre 150 treni al giorno su ogni tratta, le FFS gestiscono la rete ferroviaria più trafficata d’Europa. A questo si aggiunge una circolazione mista tra treni merci e viaggiatori. Solo i Paesi Bassi registrano cifre simili; in tutti gli altri Paesi il tasso di sfruttamento è inferiore a 100 treni al giorno per ogni tratta.