Navigation

Servicelinks

Top part of the Navigation

Ducrot: «Il successo della ferrovia non dipende mai solo dal CEO»

Vincent Ducrot assumerà il 1° aprile 2020 la carica di CEO delle FFS. Per Monika Ribar, Vincent è «la persona giusta per dirigere le FFS in un’ottica di maggiore coesione». Egli stesso afferma: «Il successo della ferrovia non dipende mai solo dal CEO», il personale ha un ruolo determinante.

Vincent Ducrot, futuro CEO delle FFS
Vincent Ducrot, futuro CEO delle FFS

Il Consiglio d’amministrazione ha nominato all’unanimità Vincent Ducrot alla testa delle FFS, scrive Monika Ribar in un’email a tutti i collaboratori. Ducrot prenderà il comando dell’azienda già il prossimo 1° aprile; il nostro attuale CEO Andreas Meyer lascerà quindi la carica a fine marzo. 

Negli scorsi 8 anni Vincent Ducrot ha egregiamente diretto e sviluppato i Trasporti pubblici friburghesi (TPF), anch’essi un’impresa integrata con i settori viaggiatori, infrastruttura, immobili e linee di autobus. Vincent non è tuttavia uno sconosciuto alle FFS: in passato ha infatti prestato servizio in azienda per ben 18 anni, di cui 10 a capo del settore Lunga percorrenza e 2 come direttore ad interim della divisione Viaggiatori. 

Dal 2011 ne è passata di acqua sotto i ponti, ci ha confidato Vincent in un’intervista, sia dal punto di vista strutturale sia organizzativo. Oggi ci sono molti più clienti, il sistema ferroviario è più complesso e il numero di cantieri è aumentato. Sarà quindi necessario rimboccarsi le maniche.  

Migliorare il core business, senza perdere di vista le tendenze future  

«Vincent ci ha conquistati con la sua personalità calma e avveduta», ha svelato Monika Ribar. Oltre a essere un esperto di ferrovia, nel suo ruolo di vicepresidente dell’Unione dei trasporti pubblici (UTP) conosce a fondo anche il settore e il mondo politico, e ha buone relazioni con i partner sociali. «Siamo convinti che Vincent sia la persona giusta per dirigere le FFS nei prossimi anni.» 

In un’epoca caratterizzata da una forte crescita del traffico e da un gran numero di cantieri, le FFS devono «stabilizzare e migliorare il loro core business, senza perdere di vista le tendenze future», ha dichiarato Monika Ribar. Insieme al Consiglio d’amministrazione è molto contenta «che Vincent sia disposto ad assumersi il compito impegnativo di dirigere le FFS in un’ottica di maggiore coesione».  

Clienti, servizio pubblico e collaboratori  

Quali sono gli aspetti più importanti per il futuro CEO? «Al primo posto viene il cliente», risponde prontamente. «Come anche la sicurezza, la puntualità, la pulizia e naturalmente una buona informazione alla clientela.» E aggiunge: «Forniamo un servizio per i nostri clienti. Credo che dobbiamo tenere ben presente che il nostro core business è fornire servizi affidabili e di qualità».  

Per lui è molto importante anche la fiducia dei collaboratori. «Il successo della ferrovia non dipende mai solo dal CEO», sottolinea Vincent. Il personale ha un ruolo «molto importante». E proprio tra i suoi punti di forza ci sono lo stare vicino alla gente, la cura dei contatti personali e l’ascoltare i collaboratori. 

Grazie Andreas Meyer – chapeau! 

In occasione della conferenza stampa indetta a breve termine, la presidente del Consiglio d’amministrazione Monika Ribar ha ringraziato Andreas Meyer: dobbiamo in gran parte ad Andreas l’enorme evoluzione che le FFS hanno conosciuto durante gli ultimi anni.  

Vincent Ducrot si è rivolto al suo futuro predecessore: «Andreas Meyer ha sempre puntato al meglio per l’azienda e ha compiuto grandi cose: per questo ha tutto il mio rispetto». Anche Vincent intende investire molta energia nel core business. «Perché la buona qualità nell’esercizio quotidiano è l’elemento centrale del nostro lavoro.» Ma anche per lui sono importanti le nuove tecnologie e le innovazioni per il futuro della ferrovia.