SBB News

Coronavirus: ampliamento graduale dell’offerta di trasporti pubblici

Di pari passo con la vita economica e sociale, anche i trasporti pubblici hanno optato per una ripresa dell’offerta dall’11 maggio. I clienti dei trasporti pubblici sono tenuti a rispettare il piano di protezione dei trasporti pubblici.

Start of an Imagegalery

Dopo il primo aumento dell’offerta avvenuto il 27 aprile, dall’11 maggio 2020 tornano a circolare ulteriori treni del traffico a lunga percorrenza e regionale, in aggiunta all’offerta attuale:

  • IR90 Brig–Lausanne–Genève-Aéroport: ritorno iper la maggior parte all’esercizio normale
  • S40 Fribourg–Romont: ripristino di tutti i servizi
  • S8 Palézieux–Payerne: ripristino di tutti i servizi 
  • S-Bahn Zurigo: S19: ripristino di tutti i servizi; ripristino di diversi servizi per S21 e S23.  

Qui trovate informazioni aggiornate sui treni internazionali.

 

Anche l’affiliata TILO in Ticino ha potenziato l’offerta dall’11 maggio. Tutti le informazioni si trovano qui. 

I treni tornano così a circolare alla cadenza abituale su numerose tratte. In caso di ulteriori misure di allentamento da parte del Consiglio federale, le FFS prevedono un altro ampliamento dell’offerta a inizio giugno. 

Nel limite del possibile vengono proposte catene di viaggio ininterrotte. Nella prima fase, tuttavia, non si possono escludere perturbazioni e rotture di coincidenza. Prima di ogni viaggio i clienti sono pregati di verificare l’orario online, che è sempre aggiornato.

Acquisti di biglietti online e pagamenti senza contatto

Il piano di protezione per i viaggiatori e i collaboratori consente di riaprire gli sportelli biglietti temporaneamente chiusi o di prolungarne l’orario. Gli assistenti clienti riprendono a effettuare il controllo dei biglietti sui treni a lunga percorrenza. Se possibile, i clienti sono pregati di continuare ad acquistare i biglietti online, tramite le app oppure ai distributori di biglietti, mentre agli sportelli si consiglia di pagare senza contatto.

Rinuncia ai viaggi nelle ore di punta

Le raccomandazioni sull’igiene e sul distanziamento emanate dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) mantengono la loro validità e importanza. I clienti dei trasporti pubblici sono tenuti a rispettare il piano di protezione dei trasporti pubblici. Ove possibile, occorre mantenere il regime del telelavoro (home office) ed evitare di viaggiare nelle ore di punta.

La pulizia è fondamentale.

Le FFS fanno tutto il possibile per tutelare la salute dei propri collaboratori e dei clienti. Ecco perché al momento il personale di pulizia viene impiegato con maggiore frequenza. Le FFS puliscono più spesso e più a fondo soprattutto le superfici con cui i viaggiatori potrebbero entrare a diretto contatto, come pulsanti, maniglie e corrimano, ma anche panchine, colonnine informative e distributori. Inoltre, nelle grandi stazioni le FFS mettono a disposizione erogatori di gel igienizzante. Più volte al giorno vengono puliti e disinfettati anche i contatti e le superfici come corrimano, bottoni, tavoli, braccioli e servizi igienici dei treni. Sulle linee in cui la domanda è particolarmente elevata, viene effettuata una pulizia supplementare durante il viaggio.