Una faccenda pulita: 7 consigli di viaggio in tempi di coronavirus.

Dopo una fase di notevoli restrizioni, la vita pubblica sta riprendendo slancio. Sempre più persone si spostano, anche in treno. Seguite i nostri 7 consigli – per viaggi sereni e soprattutto sicuri.

Inizio di una galleria d'immagini

La pulizia è fondamentale. 

Le FFS fanno tutto il possibile per tutelare la salute dei propri collaboratori e dei clienti. Ecco perché al momento il personale di pulizia viene impiegato con maggiore frequenza. Le FFS puliscono più spesso e più a fondo soprattutto le superfici con cui i viaggiatori potrebbero entrare a diretto contatto, come pulsanti, maniglie e corrimano, ma anche panchine, colonnine informative e distributori. Inoltre, nelle grandi stazioni le FFS mettono a disposizione erogatori di gel igienizzante. Più volte al giorno vengono puliti e disinfettati anche i contatti e le superfici come corrimano, bottoni, tavoli, braccioli e servizi igienici dei treni. Sulle linee in cui la domanda è particolarmente elevata, viene effettuata una pulizia supplementare durante il viaggio. 

Ma le FFS devono poter contare anche sulla collaborazione dei viaggiatori. Seguendo i nostri sette consigli viaggiate in tutta spensieratezza e, soprattutto, sicurezza. 

Consiglio n. 1: lavate frequentemente le mani. 

Le norme igieniche dell’UFSP definiscono i comportamenti da adottare in tempi di coronavirus. L’igiene delle mani è un aspetto fondamentale: lavare regolarmente e accuratamente le mani protegge dal contagio. Sui treni, le mani possono essere lavate nelle toilette. Nelle stazioni di Basilea SBB, Bellinzona, Berna, Ginevra, Losanna, Locarno, Lucerna e Zurigo HB, i servizi igienici normalmente a pagamento sono ora disponibili gratuitamente per misure igieniche come il lavaggio delle mani. Inoltre, all’ingresso delle stazioni più grandi e nei Centri viaggiatori sono stati collocati degli erogatori di gel igienizzante. 

Inizio di una galleria d'immagini

Consiglio n. 2: distanza sociale, sempre e ovunque. 

La cosiddetta «distanza sociale» richiede molta sensibilità. Le stazioni e i treni sono luoghi d’incontro. In tempi di coronavirus è importante prestare più attenzione del solito ai passanti e agli altri passeggeri. In sostanza: sul marciapiede, allo sportello, al distributore automatico, al momento di salire e scendere e, se possibile, anche nei veicoli, cercate nel limite del possibile di mantenere la distanza di due metri dalle altre persone. A tutti i viaggiatori e collaboratori FFS si chiede un po’ di riguardo. 

Inizio di una galleria d'immagini

Consiglio n. 3: evitate le ore di punta. 

Si raccomanda, se possibile, di non utilizzare i mezzi pubblici nelle ore di punta, ossia nelle consuete ore di grande affluenza del mattino e della sera. Che ne dite di un parziale telelavoro? Potreste controllare la posta elettronica al mattino, a casa, davanti a un buon caffè e recarvi in ufficio un po’ più tardi. Per i pendolari sarà più facile trovare un posto a sedere isolato e mantenere la distanza sociale. 

Inizio di una galleria d'immagini

Consiglio n. 4: nei treni affollati indossate la mascherina. 

Se siete costretti a prendere un treno affollato è difficile, se non impossibile, mantenere la distanza raccomandata. In simili casi le FFS consigliano vivamente di indossare una mascherina igienica. Questa non deve mai essere conservata, ma gettata in un bidone della spazzatura subito dopo l'uso. Questa raccomandazione rientra nel piano di protezione dei trasporti pubblici. Questa guida mostra come indossare correttamente la mascherina. Le mascherine igieniche possono essere acquistate in vari negozi della stazione, ad esempio nei chioschi, nelle farmacie, nei supermercati o nei minimarket. Inoltre, i distributori automatici Selecta delle stazioni sono dotati di mascherine igieniche. Tutte le informazioni importanti sulle stazioni si trovano qui.

Inizio di una galleria d'immagini

Consiglio n. 5: utilizzate i servizi online. 

Una parte delle biglietterie sta riaprendo, ma è più sicuro e sicuramente più igienico acquistare i biglietti del treno sul PC di casa o con lo smartphone tramite l’app Mobile FFS. Se acquistate il biglietto allo sportello, prediligete il pagamento senza contatto.

Inizio di una galleria d'immagini

Consiglio n. 6: non utilizzate la stazione come zona d’incontro. 

Le stazioni sono vive. Arricchiscono le città ed è bello passarci del tempo. Al momento, però, anche nelle stazioni vale la regola del distanziamento sociale. Poiché nei negozi delle stazioni è consentito l’accesso solo a un numero limitato di persone, sono state create delle zone per attendere in fila. Le sale d’attesa rimangono chiuse fino a nuovo avviso e gli ascensori possono essere utilizzati da una sola persona alla volta. 

Inizio di una galleria d'immagini

Consiglio n. 7: siate comprensivi.

Questo consiglio non vale soltanto per gli spostamenti con i mezzi pubblici, ma in generale: le norme igieniche dell’UFSP e le misure di protezione per i TP non sono delle angherie, ma provvedimenti necessari per contrastare la diffusione del coronavirus. Esserne consapevoli facilita notevolmente la convivenza con le varie restrizioni. 

Inizio di una galleria d'immagini

Questo iframe contiene contenuti di terze parti che potrebbero non essere accessibili.

Maggiori informazioni 

Desiderate maggiori informazioni sul tema trasporti pubblici e coronavirus? Qui trovate le risposte a domande di vario genere sulla ripresa dell’esercizio e sul rimborso dei biglietti.