Inclusive FFS vince il premio «Canne Blanche!

Con la nuova app mobile «Inclusive FFS», le FFS hanno vinto il premio «Canne Blanche» dell’Unione centrale svizzera per il bene dei ciechi (UCBCIECHI).

Inizio di una galleria d'immagini

Questo settembre, l’UCBCIECHI (Unione centrale svizzera per il bene dei ciechi) conferirà il premio «Canne blanche» per progetti innovativi a favore di persone ipovedenti e cieche. Le FFS sono onorate di ricevere questo premio.

«Vi ringraziamo per il premio «Canne Blanche». Siamo molto lieti che l’app Inclusive FFS offra a persone ipovedenti e cieche un valore aggiunto che ha saputo convincere sia la giuria tecnica che quella formata dal pubblico. Durante lo sviluppo della nostra app abbiamo imparato moltissimo sulle esigenze dei viaggiatori ipovedenti e abbiamo pensato a delle soluzioni insieme alle persone interessate. Questo premio non appartiene quindi solo a noi, ma a tutti quelli che hanno testato Inclusive FFS e che in futuro la useranno per viaggiare.», afferma Esther Buchmüller, responsabile del progetto «Inclusive FFS».

  • Questo video è stato prodotto dall'Unione centrale svizzera per il bene dei ciechi. Purtroppo non ci sono sottotitoli in italiano.

Questo iframe contiene contenuti di terze parti che potrebbero non essere accessibili.

  • Twitter
    Il browser «Internet Explorer» non è più supportato.

 

«Inclusive FFS» è un’app che digitalizza le informazioni ottiche presenti in stazione e sui treni a lunga percorrenza per renderle accessibili agli utenti sullo smartphone. Tutto è iniziato con un progetto di innovazione tradotto in un prototipo nel 2019. Tra la primavera e l’autunno oltre 110 persone con e senza disabilità visive lo hanno testato.

I feedback sono stati molto positivi. Sulla base del prototipo, da inizio 2020 viene sviluppata una nuova app che sarà disponibile negli app store sia per dispositivi Android che iOS a fine 2020.

Le principali caratteristiche dell’app

  • L’app digitalizza le informazioni ottiche per la clientela in diversi modi, ad esempio leggendole tramite voice over, ingrandendole o replicandole su uno schermo oscurato (dark mode). Queste misure aiutano le persone con disabilità visive a usare l’app.
  • L’app localizza gli utenti che ricevono così tutte le informazioni per loro rilevanti sulle partenze, il treno su cui viaggiano, la loro posizione a bordo e le coincidenze.
  • La tecnologia usata sui treni si basa sull’utilizzo di beacon (i beacon sono mini trasmettitori che inviano messaggi allo smartphone tramite Bluetooth Low Energy).
  • Entro fine anno, i treni del traffico a lunga percorrenza saranno dotati di beacon, ragion per cui attualmente le informazioni nell’app saranno disponibili solo per i treni a lunga percorrenza. Ora si sta valutando se installare i beacon anche nel traffico regionale.

Con l’aiuto di questa app anche le persone con problemi di vista potranno leggere o ascoltare le informazioni alla clientela in stazione. Questo semplifica l’utilizzo dei mezzi pubblici e promuove soprattutto l’autonomia di spostamento tra gli ipovedenti.