6 consigli per prepararsi al colloquio di lavoro

La giusta preparazione a un colloquio di lavoro è essenziale e può perfino essere decisiva per l’assunzione. Ma cosa significa concretamente? Oliver Perren è responsabile del Recruiting presso le FFS e sa esattamente a cosa fanno attenzione i datori di lavoro durante i colloqui.

Inizio di una galleria d'immagini

Dopo la candidatura scritta, il colloquio personale è il passo successivo verso il nuovo lavoro. Ma non è ancora il momento di rilassarsi: «Il candidato dovrebbe prendersi da una a due ore di tempo per prepararsi. Vogliamo percepire che si è attivamente interessato alle FFS», spiega Oliver Perren, responsabile del Recruiting presso le FFS. Secondo gli esperti, per la preparazione sono decisivi i sei consigli seguenti.

1. Cercare le informazioni principali sull’azienda

Al giorno d’oggi tutte le informazioni necessarie si trovano in Internet e in ogni caso conviene visitare il sito web aziendale. Su quello delle FFS, per esempio, sono pubblicate molte informazioni utili sull’azienda come datore di lavoro. È infatti importante che i candidati possano identificarsi con essa: il «fuoco sacro» è molto importante per i ferrovieri.

2. Preparare bene la presentazione personale

Come il candidato, anche il selezionatore si è preparato al colloquio. La presentazione personale all’inizio del colloquio di lavoro non deve essere un resoconto cronologico del curriculum. «Come recruiter, queste informazioni le ho già ricevute con la candidatura.» Ciò che è interessante sono le tappe, le esperienze e gli esempi che possono essere significativi per il nuovo lavoro.

3. Riflettere sulle competenze e sulle sfide dei lavori passati

Per i dirigenti e i recruiter è quasi più importante sentire cos’è che motiva la persona a candidarsi per una determinata posizione. Si dovrebbe anche essere in grado di dimostrare le competenze acquisite con esempi significativi dei lavori passati. Si può anche accennare con disinvoltura alle sfide che ci si aspetta di affrontare. «Alle FFS non cerchiamo candidati perfetti, anzi, apprezziamo un’autocritica oggettiva», afferma Oliver Perren.

4. Preparare le proprie domande

Nel colloquio di lavoro, anche le FFS dovrebbero rispondere ad alcune domande in veste di potenziale datore di lavoro. Chi è interessato a un’azienda si pone infatti delle domande sui compiti che dovrà svolgere e sul datore di lavoro. «Alle FFS si hanno circa 15 minuti a disposizione per questa parte. I candidati possono utilizzarli per porre le domande che hanno precedentemente scritto.» Ma anche le domande spontanee trovano posto in un buon colloquio, in quanto indice di una buona preparazione e di un vero interesse. Quindi, portare assolutamente con sé un blocco per appunti o un tablet.

5. Vestirsi in modo adeguato al tipo di impiego

Un aspetto curato è d’obbligo in tutti i colloqui di lavoro. La scelta dell’abbigliamento è ovviamente influenzata anche dal profilo professionale in questione. Ma per i colloqui alle FFS si può tranquillamente fare a meno della cravatta, sia che si tratti di dirigenti o di collaboratori.

6. Pianificare il viaggio per arrivare con sufficiente anticipo

L’ultimo, se non decisivo, passo verso il colloquio di selezione è la pianificazione accurata del viaggio. «Arrivare tardi è assolutamente vietato. Meglio informarsi prima su come raggiungere il luogo e arrivare con qualche minuto di anticipo. Così resta anche il tempo per rileggersi gli appunti.» Tutti gli uffici delle FFS sono tra l’altro ben raggiungibili con i trasporti pubblici.

Cogliere le aspettative reciproche

Per Oliver Perren è importante che i candidati non indossino una maschera: «Ci accorgiamo facilmente se qualcuno ha riflettuto sul lavoro oppure no. Il candidato deve mostrare un lato umano, riflettere su di sé e fare anche autocritica.» Il colloquio serve infatti per cogliere le aspettative reciproche e per comunicarle. «Vorremmo percepire che il candidato desidera realizzare qualcosa di grande con noi, mettere in movimento qualcosa.» Per Oliver un colloquio di lavoro si è svolto al meglio quando esce dalla sala e pensa tra sé: «Che sia per una funzione o per un’altra, questa persona deve venire alle FFS!»

L’esperto consiglia: «Con le informazioni sulla pagina Web Impieghi & carriera delle FFS le persone interessate possono prepararsi al colloquio di lavoro in modo ottimale. Su blog, articoli specializzati e altre piattaforme si trovano ulteriori informazioni rilevanti. Per accedere a tali contenuti, l’ideale è connettersi con persone dell’azienda, per esempio tramite LinkedIn o Xing.»

Con questi sei consigli sei pronto per affrontare il prossimo colloquio di lavoro. Presentaci la tua candidatura. Le FFS offrono più di 150 professioni diverse. Informati subito sui posti liberi: www.ffs.ch/jobs