Sette domande che le FFS sicuramente non fanno al colloquio di lavoro

Le FFS assumono circa 3000 persone all’anno, il che corrisponde a circa 10 000 colloqui di lavoro e innumerevoli domande. Ma ci sono domande che il reparto HR non fa. Perché? Ladina Bass, Hiring Partner, ce lo spiega.

Inizio di una galleria d'immagini

Chi è stato invitato a un colloquio di lavoro ha già superato il primo ostacolo. Nel passo successivo entrambe le parti si conoscono meglio. Durante il colloquio i candidati hanno la possibilità di intuire se i compiti e l’ambiente di lavoro sono adatti a loro. «In qualità di datori di lavoro, vorremmo capire se il candidato è adatto per il lavoro da noi offerto, sia in termini personali che di competenze», spiega Ladina Bass, Hiring Partner delle FFS.

Anche se i recruiter e i quadri dirigenti vogliono sapere molto, certi argomenti non li interessano. E non dovrebbero nemmeno, perché non sono ammessi dal diritto del lavoro. «Alcune domande sono discriminatorie o umilianti per il candidato», spiega l’esperta. Nella maggior parte dei casi, le risposte sono semplicemente non pertinenti per il lavoro. Ladina ci illustra esattamente il perché sulla base delle seguenti sette domande.

1. Quali sono i suoi progetti familiari?

Questa domanda è discriminatoria in tutti i casi. Soprattutto se alle donne viene chiesto se intendono avere figli, questo può rappresentare uno svantaggio rispetto a un candidato maschio. Le FFS stabiliscono inoltre condizioni di lavoro che garantiscono la compatibilità tra famiglia e lavoro, sia per le donne che per gli uomini.

2. Quale partito vota? Di quale religione è?

La posizione politica e l’appartenenza religiosa non devono essere argomenti da trattare in un colloquio di assunzione. Le FFS offrono apertura e tolleranza nei confronti di tutti i collaboratori, indipendentemente dalle preferenze politiche e religiose.

3. Ha dei precedenti penali?

In linea di massima questa domanda non è consentita, ma ci sono eccezioni che confermano la regola. Ad esempio, per alcune professioni, come quella di macchinista, l’UFT richiede un estratto del casellario giudiziale al momento della domanda d’impiego. In questo caso, il candidato deve avere la fedina penale pulita in relazione alla legge sulla circolazione stradale.

4. Qual è la sua origine etnica?

Le origini sono irrilevanti per qualsiasi lavoro. Le FFS impiegano personale proveniente da oltre 100 nazioni. Le FFS apprezzano tutte le diverse sfaccettature e si impegnano per creare un ambiente di lavoro in cui collaboratrici e collaboratori possano apportare le loro forze, esperienze e modi di pensare.

5. Qual è il suo orientamento sessuale?

La domanda è discriminatoria e irrilevante per qualsiasi lavoro. A marzo 2019 le FFS hanno ricevuto lo «Swiss LGBTI* Label». Il riconoscimento conferma il loro l’impegno nel campo delle pari opportunità delle persone con orientamento sessuale o identità di genere diversi.

6. Se lei fosse un cartello stradale, quale sarebbe?

Queste domande impreviste causano stress e irritazioni inutili. Il colloquio di assunzione dovrebbe essere una conoscenza reciproca. Le FFS vogliono discutere con le persone su un piano di parità e quindi evitare questi giochi di potere.

7. Le piace fare festa nel fine settimana?

In linea di principio, i collaboratori possono organizzare il proprio tempo libero come desiderano. Quindi la frequenza con cui un lavoratore fa festa è una questione privata. Tuttavia, ci sono alcune eccezioni riguardo al consumo di alcolici. Nelle cosiddette professioni rilevanti per la sicurezza, ad esempio, ci sono norme che stabiliscono fino a quante ore prima di entrare in servizio si possono consumare alcolici. Tra queste professioni rientrano, ad esempio, costruttore di binari, macchinista, operatore di manovra – in sintesi: tutti quelli che lavorano sui binari o vicino ad essi.

L’esperta consiglia: «Le domande non ammesse non devono ricevere risposta di per sé. In qualità di candidato o candidata ci si deve quindi chiedere se davvero si desidera lavorare per questo datore di lavoro. Vale anche la pena chiedersi fino a che punto questa risposta sia rilevante per il lavoro.»

Vuoi sapere quali domande facciamo veramente? Allora candidati subito. Le FFS offrono più di 150 professioni entusiasmanti. Per saperne di più visita «Posti liberi».