Puntualità: informazioni di approfondimento per gli organi di informaz

In questo articolo gli operatori dei media troveranno informazioni di carattere generale sul tema della puntualità.

Tempo di lettura: 5 minuti

Ogni giorno, le FFS trasportano con i loro oltre 10 000 treni più di un milione di viaggiatori e 200 000 tonnellate di merci. Quella svizzera è una delle reti ferroviarie più trafficate al mondo: ecco perché anche le perturbazioni di minima entità, che possono accadere ogni giorno, possono avere ripercussioni considerevoli sul nostro complesso sistema ferroviario.

Per mantenere alto il livello di puntualità anche in futuro, serviranno da un lato più riserve nell’orario, ossia tempi di percorrenza appositamente più lunghi per una maggiore affidabilità ove necessario, e dall’altro migliori strumenti di pianificazione della produzione e dell’orario. Ciò consentirà anche una pianificazione più flessibile, andando incontro alle esigenze della clientela.

La Svizzera è sinonimo di puntualità, anche se la percezione è che questo non si applichi molto al trasporto ferroviario. Quanto è importante questo tema per le FFS?

Il nostro obiettivo primario è portare i nostri clienti a destinazione in modo sicuro, puntuale e affidabile. Per questo motivo le FFS lavorano molto intensamente. Vogliamo migliorare in termini di puntualità e ci scusiamo con tutti i clienti per i disagi arrecati. Migliaia di collaboratrici e collaboratori si impegnano al massimo ogni giorno per garantire la puntualità e ridurre al minimo gli effetti delle perturbazioni.

Quali sono le cause delle perturbazioni dell’esercizio che spesso hanno notevoli ripercussioni sulla clientela?

Il sistema ferroviario è altamente complesso e le cause dei ritardi possono essere molto diverse.

  • Condizioni atmosferiche: la pioggia, i temporali e il freddo hanno un impatto negativo sulla puntualità. Questo è evidente soprattutto a novembre, mese con maggior numero di ritardi rispetto al resto dell’anno. A causa dei binari bagnati, i veicoli hanno tempi di accelerazione e frenatura più lenti. Inoltre, l’umidità e il freddo possono favorire guasti a veicoli e impianti. A questo si aggiunge il fatto che, in caso di pioggia, i viaggiatori spesso sostano comprensibilmente sotto la pensilina e salgono tutti dalla stessa porta, prolungando così il tempo di fermata.

  • Guasti: malfunzionamenti del materiale rotabile, dei veicoli dell’infrastruttura e dei veicoli motore influiscono negativamente sulla puntualità. Anche la disponibilità dei veicoli è critica, poiché non sempre è disponibile un veicolo di riserva.

  • Cantieri: la presenza di cantieri determina restrizioni delle capacità (binari sbarrati, riduzione della velocità). Le zone attualmente interessate sono la Svizzera romanda, la Svizzera nordoccidentale (Liestal–Basilea) e l’area di Berna.

  • Ridotte riserve dei tempi di percorrenza: in alcuni punti della rete ferroviaria le riserve dei tempi di percorrenza e i tempi di fermata nelle stazioni non sono più sufficienti.

  • L’attesa di treni in coincidenza può avere ripercussioni negative sulla puntualità. Se un treno circola già in ritardo, si appropria della traccia di altri treni: questo ha un effetto negativo anche su di loro (trasmissione del ritardo per reazione a catena), determinando una rapida diffusione dei ritardi.

  • Disponibilità del personale di locomotiva: fino alla fine del 2021 ci siamo trovati di fronte a una carenza del personale di locomotiva. Pertanto, in caso di perturbazioni, ritardi ecc., non abbiamo sempre potuto allestire un’offerta sostitutiva: questo a volte ha influito anche sulla puntualità.

Da qualche tempo la Svizzera romanda è particolarmente interessata dai ritardi. Come spiegano le FFS questo fenomeno?

Nella Svizzera romanda si sommano diversi fattori. Da un lato i cantieri, collegati anche al grande programma di ampliamento Léman 2030 (ad esempio ritardi nella liberazione delle tratte a causa di lavori di costruzione non terminati entro i tempi previsti). Dall’altro, ci sono state ripercussioni negative anche a causa della situazione critica del personale di locomotiva, che però dovrebbe migliorare a partire dal 2022.

Il bipiano TLP è responsabile di ritardi?

Dalla messa in esercizio commerciale del bipiano TLP a febbraio 2018 sono state realizzate più di 100 000 corse, con una prestazione di oltre 17 milioni di chilometri. Negli ultimi tempi è stato possibile migliorare costantemente l’affidabilità. Insieme ad Alstom stiamo attuando altre misure di ottimizzazione, con l’obiettivo di migliorare ulteriormente l’affidabilità dei treni. Gli effetti di queste misure sono già visibili, come dimostra il trend della MDBI.

Anche i treni internazionali sono spesso in ritardo. Le FFS come gestiscono questa situazione?

I treni internazionali sono più soggetti ai ritardi a causa dei lunghi tempi di percorrenza e delle maggiori distanze percorse prima di attraversare il confine svizzero. Ogni ritardo di un treno internazionale viene considerato singolarmente e per ognuno si ricerca una soluzione ottimale. Poiché ad esempio gli ICE provenienti dalla Germania eseguono prestazioni legate all’orario in Svizzera, in caso di ritardo le FFS mettono di norma tempestivamente a disposizione un treno sostitutivo.

Quali sono le misure adottate dalle FFS per migliorare la situazione?

Dalla fine del 2020 le FFS verificano la pianificazione dell’offerta, della produzione ferroviaria e dei progetti di costruzione. Le FFS stanno inoltre lavorando alla propria cultura della puntualità, sensibilizzando il personale e i dirigenti in merito all’importanza del tema. Per via delle complesse interdipendenze e sfide, è possibile ottenere miglioramenti solo in modo graduale e specifico. Lavoriamo tuttavia intensamente a livello intersettoriale per migliorare la puntualità. Con il programma «Puntualità dei clienti 2.0», ci focalizziamo sulle misure a lungo termine non attuabili nel breve periodo. Per questo motivo ci vorrà ancora del tempo prima di percepire un effetto.

Ove possibile, le FFS adegueranno i tempi di percorrenza nell’ordine dei minuti. Tempi di percorrenza leggermente più lunghi porteranno a maggiori riserve e renderanno più stabile l’orario. Pianificando solo qualche minuto in più sarà possibile evitare i ritardi che ad esempio fanno perdere le coincidenze ai viaggiatori. Questo riguarda soprattutto la Svizzera romanda.

Come viene misurata la puntualità alle FFS?

Per le FFS, i valori di puntualità dei treni e di coincidenza rivestono un’importanza centrale. La puntualità dei treni si riferisce alla percentuale di tutti i treni puntuali. Un treno si considera puntuale se arriva a destinazione con meno di tre minuti di ritardo. La puntualità di coincidenza misura la percentuale delle coincidenze che sono state garantite. Le FFS considerano quindi anche i casi in cui un viaggiatore perde la coincidenza perché un treno ha meno di tre minuti di ritardo (ed è quindi considerato puntuale).

Nell'ambito della strategia «Open Data», le FFS mettono a disposizione del pubblico una serie di dati, tra cui quelli relativi alla puntualità dei treni. Tali dati vengono usati anche da altre imprese che offrono preziose informazioni sui clienti, come puntualita.ch.