IC1 anziché A1: le FFS lanciano un nuovo servizio di trasporto auto.

Viaggiare in treno è sicuro, rapido e rispettoso del clima. Grazie al progetto pilota Carico delle automobili, dall’estate 2022 anche gli automobilisti potranno beneficiare dei numerosi vantaggi della ferrovia.

Tempo di lettura: 2 minuti

Con la revoca delle misure introdotte per contrastare la pandemia e grazie alle temperature in aumento, cresce il numero di persone che ogni giorno si mette in viaggio. È una tendenza evidente non solo sui treni, ma anche sulle strade: oltre a viaggiare in compartimenti sempre più affollati, per molti pendolari le lunghe code in autostrada hanno ripreso a far parte della routine quotidiana.

Per gestire l’aumento del traffico, a partire dall’estate 2022 le FFS introdurranno per la prima volta tre treni auto con l’obiettivo di alleggerire i tratti autostradali più trafficati tra Berna e Zurigo, Ginevra e Losanna e Lugano e Locarno.

Inizio di una galleria d'immagini

Un progetto pilota prestigioso

Bruno Burckhardt si occupa di ricerca nel campo della mobilità del futuro presso l’Innovation Center FFS. Lui e il suo team sono stati determinanti nello sviluppo del progetto pilota. Perché si è deciso di introdurre proprio adesso questo servizio e qual è il ruolo del progetto pilota nello sviluppo della mobilità del futuro? Burckhardt risponde a queste domande in un’intervista:


A metà giugno il primo viaggio

L’avvio del progetto pilota è previsto per il 12 giugno. Fino al cambiamento d’orario di dicembre, sarà disponibile ogni giorno un collegamento per direzione negli orari di punta mattutini e serali. «Se il servizio avrà successo, potremo aumentare la cadenza a partire dal cambiamento d’orario 2022», afferma Burckhardt.

La trattativa con Alliance SwissPass riguardo al prezzo non si è ancora conclusa: «Stiamo lavorando allo sviluppo di offerte interessanti per i pendolari», assicura Burckhardt. Ad esempio, è in fase di discussione l’introduzione di un metà-prezzo per auto o di un AG auto. Per Burckhardt, tuttavia, una cosa è chiara: viaggiare nel rispetto dell’ambiente e senza code è il futuro.

Pesce d'aprile

Questa notizia è un pesce d’aprile. Purtroppo non ci saranno nuovi treni auto sulla rete delle FFS. Tuttavia, ci sono già offerte interessanti a favore della protezione del clima ma anche del portafoglio. Con i biglietti risparmio, i viaggiatori beneficiano, su molte tratte dei trasporti pubblici in Svizzera, di uno sconto fino al 70% rispetto al prezzo normale. La carta giornaliera risparmio è acquistabile a partire da 29 franchi. Inoltre, con il nuovo cambio di classe risparmio adesso è possibile fare un upgrade dalla 2ª alla 1ª classe con uno sconto fino al 70%. Le tre offerte sono disponibili online su FFS.ch e sull’app Mobile FFS a partire da 60 giorni prima della data di viaggio. Maggiori informazioni sono disponibili qui.