Continua il boom di bici: dal 2022 ancora più posti sui treni FFS

Vista la domanda elevata, quest’anno le FFS hanno ampliato notevolmente le capacità per il carico in proprio di biciclette sui treni ed esteso l’obbligo di prenotazione sulle linee IC. Dalla stagione 2022 fino al 2025 verranno creati più di 400 posti bici aggiuntivi sui treni a lunga percorrenza.

Nonostante il cattivo tempo, nella stagione ciclistica 2021 la domanda è cresciuta ancora: ad esempio, rispetto al periodo pre-pandemia, nel 2021 ha viaggiato sui treni FFS diretti in Ticino il 17% in più di ciclisti. Per far fronte a un boom di biciclette mai visto prima, in poco tempo le FFS hanno aumentato i posti bici sulle linee principali, arrivando anche a triplicarli, oltre che mobilitato personale ed esteso l’obbligo di prenotazione dal venerdì alla domenica a tutte le linee IC. Quest’ultimo serve a gestire la grande affluenza e a permettere ai viaggiatori di pianificare gli spostamenti con certezza. In questo modo è possibile distribuire uniformemente le biciclette sui diversi treni e all’interno di un singolo treno.

Retrospettiva: la stagione ciclistica 2021 in cifre

La stagione ciclistica 2021 per le FFS è stata sì impegnativa, ma anche soddisfacente. Rispetto all’anno precedente, infatti, è stato venduto il 7% in più di carte giornaliere bici e il 6% in più di pass bici. Il record è stato segnato nella giornata di domenica 18 luglio 2021, con un totale di 2537 prenotazioni. Le FFS sono riuscite a gestire il picco grazie al potenziamento delle capacità di carico in proprio di biciclette e all’impiego di personale aggiuntivo.

Inizio di una galleria d'immagini

L’obbligo di prenotazione rimane, il sistema viene migliorato

Dall’estensione dell’obbligo di prenotazione sulla rete IC a marzo, sono state effettuate 169 000 prenotazioni, di cui l’87% tramite l’app Mobile FFS. Nonostante il forte aumento di viaggiatori con biciclette, le reazioni negative dei clienti nella stagione ciclistica trascorsa sono

diminuite. Fino a quando la domanda di posti bici durante il fine settimana supererà l’offerta, le FFS manterranno l’obbligo di prenotazione sui treni IC. Tuttavia, il sistema di prenotazione presenta dei difetti e va migliorato. Per questo motivo, nella stagione 2023 ne verrà introdotto uno nuovo.

Ulteriore potenziamento delle capacità in programma

Le FFS prevedono che la domanda continuerà ad aumentare, perciò svilupperanno gradualmente l’offerta dialogando con le associazioni di ciclisti e i rappresentanti del settore. Ciò nonostante, l’ulteriore ampliamento della capacità di biciclette richiede del tempo. Concretamente, dalla stagione 2022 e negli anni successivi fino al 2025, sui treni a lunga percorrenza verranno creati più di 400 posti bici aggiuntivi convertendo le carrozze di due flotte. Già dalla prossima stagione ciclistica, grazie all’impiego adeguato del materiale rotabile, nel tratto della galleria del Lötschberg verso il Vallese verranno offerti più posti bici: in concreto si tratterà di 7-9 posti supplementari su alcuni treni molto frequentati dai ciclisti. Le FFS stanno inoltre ipotizzando la conversione di altre flotte e tenendo conto dell’aumento della domanda di posti bici nelle nuove acquisizioni di veicoli. Ci sarà una nuova e maggiore capacità per le biciclette anche sui treni notturni, come quelli verso Amsterdam e Berlino.

Massima attenzione delle FFS per le esigenze di tutti i clienti

I treni delle FFS non trasportano solamente persone che viaggiano nel tempo libero, bensì funzionano anche per il pendolarismo durante la settimana. Più posti bici significano anche meno posti a sedere nelle ore di punta. Conciliare tra loro le diverse esigenze di ciclisti, pendolari, famiglie e pensionati è una grande sfida.

Inizio di una galleria d'immagini

Summit biciclette

Le FFS svilupperanno gradualmente l’offerta dialogando con le associazioni di ciclisti e i rappresentanti del settore. Il 27 ottobre 2021 si è tenuta la terza edizione del summit sulle biciclette. Si tratta di un vertice a cui partecipano le principali organizzazioni di ciclisti, come Pro Velo, ATA, SvizzeraMobile e Cycla, oltre alle FFS. L’evento è stato reintrodotto in seguito alla pandemia del 2020 e all’esigenza di maggiore confronto. Si terrà anche in futuro.

Le FFS al secondo posto sul piano internazionale

Un’indagine della Federazione Ciclistica Europea (ECF) classifica le FFS al secondo posto, a pari merito con la ferrovia partner belga SNCB, con una valutazione superiore alla media per numero di posti bici su ogni treno, canali di prenotazione e informazioni sul sito web. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web dell’ECF.