«Più trasparenza e controllo per i clienti.»

Il 25 maggio 2018 è entrata in vigore la nuova normativa UE a tutela della privacy, il regolamento europeo protezione dati GDPR. Le FFS adegueranno quindi la dichiarazione di protezione dei dati e nel marketing. Claudius Ettlinger, incaricato FFS per la protezione dei dati, spiega i dettagli.

DSGVO
DSGVO

1. Perché viene introdotto il regolamento europeo sulla protezione dei dati? Finora i dati dei clienti non erano protetti a sufficienza?


Sì, certo, ma il nuovo regolamento per la protezione dei dati va oltre il diritto attuale. Le persone interessate dal trattamento dei dati beneficiano di una trasparenza ancora maggiore su come vengono utilizzati i loro dati personali nonché di un rafforzamento dei propri diritti, ad esempio in termini di informazione o cancellazione. Le FFS danno grande importanza alla protezione dei dati e vantano uno standard già molto elevato. I nostri clienti partono dal presupposto che gestiamo i loro dati in modo affidabile: lo facciamo già oggi e naturalmente continueremo a farlo anche in futuro. Pertanto, pur essendo un’azienda svizzera, non abbiamo avuti dubbi circa il recepimento del regolamento europeo negli ambiti in cui i clienti sono più interessati dalla questione del trattamento dei dati. Inoltre in questo modo ci portiamo avanti in vista della revisione della legge federale sulla protezione dei dati, in programma per il 2019/2020, che sarà fortemente orientata alle norme di legge dell’UE.

 

2. Che cosa cambia per i clienti delle FFS?


Per i clienti saranno tangibili soprattutto due aspetti. Innanzitutto aumenteremo considerevolmente il livello di trasparenza. Nella nostra nuova dichiarazione di protezione dei dati, pubblicata di recente, forniamo ai clienti informazioni dettagliate circa le modalità di trattamento dei loro dati. Inoltre, tra chi è già cliente, i vari consensi per finalità di marketing gestiti all’interno delle FFS – ossia l’autorizzazione dei clienti all’utilizzo dei dati personali per scopi di marketing – verranno riuniti in un unico consenso per ciascun cliente. I clienti beneficiano così di una maggiore trasparenza e in futuro potranno revocare l’autorizzazione precedentemente concessa alle FFS per l’utilizzo dei loro dati con un semplice clic. Nel caso di nuovi clienti, il consenso per finalità di marketing viene richiesto durante il processo d’acquisto in base alla procedura del «soft opt-in». Questa prevede di informare il cliente in modo trasparente al primo acquisto circa il fatto che in futuro riceverà offerte e comunicazioni dalle FFS e sulle modalità per non riceverle più. Tali informazioni devono essere fornite indipendentemente dal canale di acquisto.

 

3. Ora verranno contattati tutti i clienti? A cosa dovranno prestare attenzione in futuro?


Tutti i clienti che dispongono di un login SwissPass e hanno effettuato l’accesso su ffs.ch almeno una volta utilizzandolo riceveranno un’e-mail in cui si fanno presenti la nuova dichiarazione di protezione dei dati e l’adeguamento del consenso per finalità di marketing. Per noi è importante informare i clienti in modo trasparente. Anche in merito al fatto che, se vengono bloccate tutte le newsletter e le comunicazioni pubblicitarie delle FFS, non è più possibile informare i clienti su buoni e facilitazioni.