Le FFS non tollerano alcuna violazione delle direttive di compliance

Nell'edizione del 30 agosto 2018 il Tages-Anzeiger scrive che il Controllo delle finanze sta indagando sulle FFS per via di una possibile frode in materia di sovvenzioni. Come di norma per le denunce di tipo «whistleblowing», ogni segnalazione viene chiarita e le denunce verificate seriamente.

Le FFS non partecipano a speculazioni, possiedono delle proprie direttive di compliance chiaramente formulate e non tollerano alcuna violazione. In merito alle denunce pubblicate oggi sul Tages-Anzeiger nei confronti della Polizia dei trasporti FFS:

  • La Polizia dei trasporti FFS è totalmente integrata nelle FFS ed è subordinata alla divisione Viaggiatori. 

  • L'affermazione contenuta nel whistleblowing secondo cui le prestazioni a favore di diversi partner potrebbero essere state manipolate è una denuncia ancora oggetto di verifica. È corretto che da marzo 2018 il CDF sta esaminando il tasso di costo e il flusso di valore della Polizia dei trasporti FFS sulla base della segnalazione di un whistleblower. La Polizia dei trasporti FFS stipula convenzioni sulle prestazioni (accordo sul livello di servizio, SLA), con i propri fruitori delle prestazioni, che includono tra le altre cose i quantitativi e il prezzo.

  • Riguardo alla partenza di Jürg Monhart, le FFS l'hanno comunicata mediante un comunicato stampa: https://company.sbb.ch/it/media/servizio-stampa/comunicati-stampa/detail.html/2018/8/1708-1 – Non sussiste alcuna relazione tra l'inchiesta a seguito della denuncia del whistleblower e la partenza del comandante della Polizia dei trasporti FFS.

  • È corretto che la Polizia dei trasporti è dotata di quattro cani da difesa e tre cani anti esplosivo. Le prestazioni veterinarie sono state fatturate regolarmente dalla veterinaria, che è al contempo la sorella dell'ex comandate, e regolarmente pagate (2016: CHF 8'700; 2017: CHF 1'367; 2018: CHF 920). 

  • Le FFS promuovono attivamente l'impegno sportivo dei propri collaboratori e lo sport di punta. Allenamenti o competizioni si tengono come d'abitudine al di fuori del tempo di lavoro. Tuttavia le FFS non sostengono la sponsorizzazione di squadre. Per questo motivo conformemente alle condizioni di governance e compliance già più di un anno fa si è posto fine a due mandati presso la Polizia dei trasporti FFS. 

Le FFS non entrano nel merito di ulteriori speculazioni e attendono la conclusione delle verifiche da parte del CDF tuttora in corso. Gli operatori dei media possono scaricare qui il codice di condotta delle FFS in vigore. 
https://company.sbb.ch/content/dam/sbb/de/pdf/sbb-konzern/ueber-die-sbb/organisation/Verhaltenskodex_SBB_it.pdf