Collegamenti ferroviari a lunga percorrenza nel Mendrisiotto

Per le FFS è molto importante fornire un servizio attrattivo, stabile e affidabile per tutta la clientela del trasporto ferroviario e di riflesso pubblico su gomma. In questo senso le FFS si impegnano da tempo per garantire un trasporto pubblico attrattivo nel Mendrisiotto.

Inizio di una galleria d'immagini

Durante la pianificazione dell’offerta oraria le FFS, in stretta collaborazione con il Cantone e la Confederazione, si pongono quale obiettivo di assicurare buoni collegamenti per Mendrisio, Chiasso e tutte le fermate regionali del comprensorio, oltre che collegamenti sistematici e cadenzati con la Svizzera interna.

In accordo con il Canton Ticino e la Confederazione, le FFS hanno massimizzato il numero di treni regionali tra Mendrisio e Lugano portandoli a 5 all'ora (S-Bahn e RE). L’inserimento delle fermate, per i treni a lunga percorrenza, a Mendrisio e a Chiasso contraddirebbe questa strategia. Il 95% della clientela del Mendrisiotto si sposta all’interno del Cantone, mentre il 5% prosegue il suo viaggio oltre San Gottardo. Per questo motivo la priorità strategica per il Mendrisiotto – non solo per Mendrisio e Chiasso, ma pure per Balerna, Mendrisio San Martino, Capolago-Riva S. Vitale e Stabio – è stata posta sulla creazione di una fitta rete di relazioni con tutti gli altri Comuni e Città del Ticino tramite il trasporto regionale (S10, S50, S40, S90 e RE80) e la possibilità per tutti gli abitanti di questi comuni di raggiungere la Svizzera interna avvantaggiandosi di minori tempi di percorrenza rispetto ad oggi grazie all’apertura della galleria di Base del Monte Ceneri a dicembre 2020.

Inoltre, l'infrastruttura di Mendrisio non è predisposta per fermate di treni IC/EC di 400 metri di lunghezza. Molti servizi nazionali della lunga percorrenza utilizzano infatti la tratta del San Gottardo con treni di 400 metri (ad es. il Giruno in doppia trazione). Infine, il breve tempo di rotazione dei convogli (ovvero il tempo necessario ad invertire il senso di marcia dei mezzi) di soli 10 minuti a Chiasso provocherebbe l'instabilità del sistema ferroviario e quindi dell’orario nel suo insieme, poiché le linee IC 2/21 dispongono già di un breve tempo di rotazione agli altri capolinea di Zurigo e Basilea.

È inoltre utile sottolineare che lo spostamento della clientela sul traffico a lunga percorrenza, sull'intero corridoio tra Chiasso e Bellinzona, genererebbe minori introiti al traffico regionale rendendo più costoso il finanziamento della S-Bahn ticinese e mettendo in pericolo questo progetto importante per la mobilità dell’intero Cantone. Infatti, una completa riorganizzazione del trasporto ferroviario tra Lugano e Chiasso (traffico merci, traffico passeggeri nazionale/internazionale e traffico regionale), con maggiori fermate dei treni a lunga percorrenza rispetto ad oggi, metterebbe in discussione l'intero complesso ed equilibrato sistema, compresa la linea ferroviaria tra Mendrisio e Varese (FMV), con conseguenti svantaggi per i collegamenti del Mendrisiotto con il Cantone e il resto della Svizzera. La fermata sistematica dei treni a lunga percorrenza a Chiasso e Mendrisio avrebbe perciò un impatto negativo sulla puntualità del traffico ferroviario, compresa quella regionale ticinese.

Con il futuro orario vi saranno ottimi collegamenti tra il traffico regionale e nazionale a lunga percorrenza tra Chiasso, Mendrisio e Lugano. Le relazioni saranno offerte ogni ora senza interruzioni di frequenza. I tempi di interscambio tra i treni regionali e quelli nazionali alla stazione di Lugano sono stati calcolati tenendo conto dello spostamento necessario. Per coloro che non dovessero ritenere i 4 minuti di tempo adeguati al cambio di marciapiede a Lugano tra l’RE80 e gli IC (mobilità limitata, molti bagagli, viaggiatori inesperti), vi è sempre la possibilità di utilizzare la S10 che ha 8 minuti di interscambio con gli IC. Ciò garantisce collegamenti interessanti per tutti i segmenti di clientela.

Per quanto concerne infine i collegamenti diretti degli IC da Chiasso, con fermata a Mendrisio, nelle ore iniziali e serali della giornata, le FFS continueranno a offrirli nell'orario 2021. Purtroppo, le limitazioni di capacità ancora presenti nella Galleria di base del San Gottardo impediranno a tre treni IC del mattino su quattro di proseguire oltre Bellinzona; queste limitazioni di capacità dureranno verosimilmente fino a dicembre 2022. Da dicembre 2020 il primo treno in direzione nord in mattinata parte da Chiasso alle ore 05.30. Per la prima volta sarà però possibile raggiungere la stazione Centrale di Zurigo da Chiasso alle ore 06.55, utilizzando la S10 e l’IC da Bellinzona. Gli ultimi treni IC verso Chiasso raggiungono la Città di confine alle 22.30, 23.30 e 00.30.