8 motivi per cui le FFS sono ancora più sostenibili di quanto pensi

Anina Mutter è una blogger attiva sul fronte della sostenibilità e quest’estate ha scelto di viaggiare con le FFS nel rispetto dell’ambiente. Nel suo articolo racconta quali scoperte interessanti ha fatto durante la sua esperienza.

Inizio di una galleria d'immagini

Insieme per la sostenibilità

Articolo ospite in collaborazione con Anina Mutter. Numerosi influencer scrivono contributi sul tema della sostenibilità per FFS News, partendo dalle loro esperienze sui trasporti pubblici. Qui è disponibile altro materiale di lettura sulla sostenibilità alle FFS.

Questo iframe contiene contenuti di terze parti che potrebbero non essere accessibili.

Complimenti a te che mi leggi: se viaggi con le FFS, vuol dire che utilizzi uno dei mezzi di trasporto più sostenibili in assoluto, mettendo da parte naturalmente i tuoi piedi e la bicicletta, lo skateboard e simili. Fantastico, no?

Sapevi, però, che le FFS si impegnano sul fronte della sostenibilità a un livello ancora più globale e che vivono secondo questi valori in tanti aspetti, talvolta non così visibili? Il loro obiettivo dichiarato è di raggiungere l’impatto zero entro il 2030.

Ho raccolto per te alcune informazioni poco note, così che tu possa goderti ancora di più il tuo prossimo viaggio in treno, perché saprai che hai fatto una scelta ancora più sostenibile.

Inizio di una galleria d'immagini

A come asfalto riciclato

Dal 2020 i nuovi marciapiedi delle FFS vengono realizzati con asfalto riciclato, il che permette di ridurre l’impatto ambientale del 40% rispetto all’asfalto nuovo.

C come centrali idroelettriche

Quasi il 100% dell’elettricità che alimenta i treni delle FFS proviene da energia idroelettrica autoprodotta. Le FFS gestiscono infatti delle centrali idroelettriche proprie allo scopo di coprire questo fabbisogno. Incredibile!

Inizio di una galleria d'immagini

E come economia circolare

Alle FFS, le parti di costruzione, le risorse e i materiali di scarto non vengono semplicemente buttati, bensì riutilizzati in un circolo virtuoso. I rifiuti diventano risorse preziose: così dalle vecchie officine FFS si sta costruendo una nuova scuola.

F come fotovoltaico

Fino al 2030 le FFS produrranno ogni anno 30 gigawattora di energia fotovoltaica per il proprio fabbisogno. Sapevi che 30 gigawattora di corrente sono sufficienti per 8500 nuclei familiari?

I come immobili

Gli edifici delle FFS sono progettati, costruiti e gestiti oppure risanati secondo principi di efficienza energetica e risparmio delle risorse. Rispetto al 2011, ad esempio, le FFS sono riuscite a risparmiare 34 gigawattora di energia all’anno. L’Europaallee ritratta nelle foto è uno degli edifici realizzati in questo modo dalle FFS.

Inizio di una galleria d'immagini

L come libreria

Il riciclaggio e l’upcycling non sono soltanto estremamente sostenibili, ma anche divertenti. Un esempio sono gli scaffali messi a disposizione dalle FFS: porta un libro e prendine un altro, farai un favore a te, agli altri e all’ambiente!

O come orto urbano

Dal 2018 alla stazione di Enge i viaggiatori hanno a disposizione un piccolo orto urbano, e possono anche raccogliere i frutti! Le piante aumentano la qualità dell’ambiente e consentono un’esperienza di viaggio più bilanciata.

P come potabile

Le FFS stanno conducendo attualmente un progetto pilota con fontane di acqua potabile in alcune stazioni selezionate. I viaggiatori possono riempire la propria borraccia ogni volta che vogliono in tutta semplicità e sicurezza sanitaria. Il bello è che così si riducono i rifiuti.