QueerNet FFS: la diversità quale valore aggiunto

Una delegazione di QueerNet FFS partecipa al Pride che per la prima volta si svolge in Ticino.

Queernet
Queernet

Da oggi, lunedì 28 maggio a domenica 3 giugno, la Città di Lugano ospita il primo Pride in Ticino. Sabato 2 giugno si svolgerà la grande parata, alla quale prenderà parte anche una delegazione di QueerNet FFS, la rete interna all'azienda che rappresenta gli interessi delle collaboratrici e dei collaboratori gay, lesbiche, bisessuali, transgender e intersessuali. Nata nell'autunno 2016, ha lo scopo di promuovere l'integrazione e lo scambio di esperienze. La rete si rivolge apertamente anche ai collaboratori eterosessuali, al fine di promuovere il confronto, e funge inoltre da centro di competenza per tutte le questioni riguardanti le persone con diversi orientamenti e identità sessuali all’interno delle FFS.

In queste tre brevi video-testimonianze Pelin Kandemir Bordoli, Presidente del Gran Consiglio del Cantone Ticino, Marco Borradori, Sindaco della Città di Lugano e Roberta Cattaneo, Coordinatrice FFS Regione Sud, sottolineano tanto la valenza dell’evento del 2 giugno quanto l’importanza della diversità all’interno delle aziende.