Le FFS riducono i collegamenti con l’Italia

Le restrizioni draconiane imposte in Italia alla vita pubblica hanno ripercussioni anche sui trasporti pubblici tra la Svizzera e lo Stivale. Da ieri i treni diretti tra la Svizzera e Venezia fermano a Milano. Ulteriori adeguamenti all’offerta sono previsti da giovedì.

Inizio di una galleria d'immagini

Le autorità italiane hanno stabilito severe restrizioni per gli spostamenti delle persone in tutto il Paese. Pertanto, Trenitalia ha proceduto ad ampie riduzioni dell’offerta nel traffico a lunga percorrenza nazionale. Stando a quanto comunicato da Trenitalia, questo riguarderebbe principalmente i collegamenti a nord del Paese ma anche verso la capitale Roma. A fronte delle regole poste dalle autorità e al massiccio calo della domanda, Trenitalia ha chiesto alle FFS di ridurre o accorciare singoli collegamenti dei treni EC per Milano e Venezia gestiti in collaborazione.

Nessun treno diretto per Venezia, restrizioni da Zurigo, Ginevra e Basilea

Come misura immediata, i due treni che da Zurigo e Ginevra circolano fino a Venezia via Milano, da ieri terminano la corsa a Milano. Da giovedì le FFS taglieranno anche altri collegamenti nel traffico tra la Svizzera e l’Italia. Questi treni circoleranno solo sulla sezione di tratta svizzera, vale a dire fino a Chiasso o a Briga.

Sull’asse del San Gottardo questo riguarda tre delle nove coppie EC totali (Zurigo pt 7.10, 11.10 e 15.10 e Milano pt 11.10, 15.10 e 19.10), che circoleranno solo tra Chiasso e Zurigo. Sull’asse del Sempione le misure interessano due delle sette coppie di treni (Ginevra pt 5.39 e Basilea FFS pt 12.31 nonché Milano pt 7.20 e 17.20), che circoleranno solo rispettivamente tra Ginevra e Briga e tra Basilea e Briga.

Per il momento, queste misure rimangono in vigore fino a domenica 5 aprile 2020 compresa; l’Ufficio federale dei trasporti (UFT) ne è informato. Sui treni in questione non è più possibile effettuare prenotazioni transfrontaliere. I viaggiatori interessati dalle cancellazioni possono utilizzare i propri biglietti su altri treni senza costi aggiuntivi. I biglietti sono validi su tutti i treni EC del giorno di viaggio. I biglietti datati fino al 30 aprile 2020 saranno rimborsati integralmente prima della partenza.

Le FFS si impegnano a garantire che l’offerta del traffico a lunga percorrenza in Svizzera non venga compromessa cercando di mantenere al contempo un’offerta transfrontaliera adeguata.

Attualmente non sono previste altre restrizioni nel traffico ferroviario internazionale da e per la Svizzera, fatti salvi eventuali e ulteriori sviluppi nelle disposizioni delle autorità.