Risultati del sondaggio tra il personale 2018

Nel complesso i risultati del sondaggio sulla motivazione del personale 2018 sono stabili. Motivazione del personale ed energia organizzativa sono diminuite di un punto rispetto al 2016. I risultati riguardanti la conoscenza della strategia riflettono gli sviluppi aziendali.

Lo scorso anno è stato molto impegnativo per le FFS. L’ulteriore sviluppo di FFS Cargo, FFSagili2020, SOPRE, il clima teso durante le trattative per il CCL e la riduzione dell’aliquota di conversione della CP FFS sono solo alcuni dei temi che ci hanno occupati intensamente. A ciò si sono aggiunte discussioni continue sulle retribuzioni del CEO e della Direzione del Gruppo nonché le notizie negative dei media su un mandato della presidente del Consiglio d’amministrazione. Tutto considerato, nel complesso i risultati del sondaggio tra il personale sono soddisfacenti.

Il tasso di partecipazione al sondaggio generale di quest’anno, svoltosi tra il 1° e il 19 ottobre 2018, è stato del 70 percento. Si è quindi registrata una diminuzione dell’uno percento rispetto al precedente sondaggio del 2016. Se confrontato con quello di altre aziende, il tasso di riscontro continua comunque ad essere alto. 

Valori stabili per quanto riguarda la soddisfazione e la motivazione del personale nonché per l’energia organizzativa

La soddisfazione del personale si attesta a 66 punti, come due anni fa. Il valore più alto dall’inizio delle misurazioni nel 2000 è stato quindi mantenuto. Nel 2018 la motivazione del personale è invece diminuita di un punto passando a 73 (contro i 74 punti del 2016), pur mantenendosi a livelli comparativamente buoni. La motivazione del personale è uno dei nove obiettivi del Gruppo e comprende la soddisfazione sul lavoro, l’impegno per le FFS e il contributo personale dei collaboratori al raggiungimento degli obiettivi. L’energia organizzativa è diminuita complessivamente di un punto, attestandosi a 63. La nota positiva è che tali valori si sono mantenuti stabili nonostante i profondi cambiamenti. Fondamentalmente il peggioramento potrebbe essere riconducibile alle numerose riorganizzazioni.

Nel complesso i risultati relativi alla conoscenza della strategia e alla fiducia hanno subito una contrazione

A far riflettere, in particolare a fronte della trasformazione in corso, sono il calo di conoscenza della strategia e della visione scesa a 66 punti (2016: 75 punti) e il valore piuttosto ridotto riguardante la comprensione dei cambiamenti in atto alle FFS, che è passato a 58 punti. Visione e strategia sono state introdotte nel 2012 e da allora sono state comunicate e consolidate per mezzo di varie misure. I riscontri ora ottenuti lasciano pensare che tra la moltitudine di programmi strategici, come FFSagili2020, Trasformazione II, RailFit20/30, ulteriore sviluppo di Cargo, Smart Rail 4.0 e simili, i collaboratori stiano letteralmente perdendo di vista l’obiettivo. 

La Direzione del Gruppo ha constatato la necessità di spiegare meglio ai collaboratori il quadro generale e i nessi tra le varie iniziative. Vuole pertanto fornire prove concrete di come affronterà le sfide che si prospettano con i vari programmi. 

La fiducia nella Direzione del Gruppo è diminuita di tre punti, attestandosi a 47. Se si considerano separatamente i dati dei quadri FFS, la fiducia è rimasta stabile a 60 punti, anche se emergono differenze tra i livelli. Ai livelli quadro più alti, infatti, i valori sono aumentati, si sono mantenuti stabili tra i quadri di livello medio e sono invece diminuiti presso i quadri base. La mancanza di fiducia dei propri collaboratori è preoccupante e insoddisfacente per la Direzione del Gruppo, che a novembre e dicembre analizzerà a fondo i risultati e valuterà possibili misure. 

I dirigenti riceveranno i risultati dettagliati dei loro team direttamente da Empiricon AG. Nelle prossime settimane e nei mesi a venire ne discuteranno con i team e definiranno misure individuali, attuandole laddove opportuno.

Trovate maggiori informazioni su Intranet cercando la parola chiave «Sondaggio tra il personale».