Nyon, un gioiellino sul lago Lemano

Quando sentono nominare Nyon, i più pensano al «Paléo», eppure questa graziosa cittadina tra Ginevra e Losanna ha da offrire molto più del suo famoso festival. Che cosa? Ce lo rivela Martin Meier, portavoce delle FFS, in questo articolo.

Inizio di una galleria d'immagini

Perché vale la pena di visitare Nyon?

La meravigliosa vista dal castello di Nyon sul lago Lemano varrebbe da sola il viaggio. Il Musée Romain mostra le tracce che i Romani (e gli Elvezi) hanno lasciato in questa bella cittadina, mentre il Musée du Léman racconta molto della regione del lago Lemano. Allo stabilimento balneare «Plage communale des trois jetées», invece, si possono fare fantastici bagni.

Che cosa bisogna vedere assolutamente nei dintorni?

Yvoire è una stupenda cittadina medievale molto curata sulla sponda opposta del lago. Con gelaterie e negozi di souvenir a ogni angolo, a Yvoire ci si sente sempre in vacanza. Da Nyon è raggiungibile comodamente con il battello in una ventina di minuti.

Dove si mangia e si dorme bene?

A Nyon ci sono diversi hotel. Alle famiglie consiglio il bed and breakfast «Domaine de Bois-Bougy», una splendida casa di campagna di altri tempi che sembra uscita da un libro illustrato.

Gli amanti del pesce rimarranno sicuramente soddisfatti dei locali sul lungolago, come il ristorante «O’Les Terrasses» che si affaccia proprio sulla riva. Alle famiglie raccomando anche il «Luigia» nei pressi della stazione, anche se il mio preferito è il «Tigellabella».

Inizio di una galleria d'immagini

Qualche dritta in più?

  • Per gli intenditori di vini: la regione «La Côte» è famosa per i suoi vigneti ed è possibile assaggiare i prodotti locali, ad esempio all’enoteca del castello di Nyon.
  • Per le famiglie: a Nyon c’è un bel parco giochi a Place Perdtemps e uno ancora più bello direttamente sul lago al Parc du Bourg-de-Rive. Alle famiglie che si trattengono nella regione più a lungo consiglio una visita al parco divertimenti «Signal de Bougy», raggiungibile da Rolle tramite autopostale.
  • Per gli sportivi: la vista più bella sulla regione si gode dai 1677 metri di altitudine della vetta della Dôle.

Come arrivare:

Con l’IC 1 via Berna (dopo Palézieux non perdetevi la vista su Lavaux e sul lago Lemano!) effettuando il cambio a Losanna con l’IR 90, oppure con l’IC 5 passando per la linea ai piedi meridionali del Giura fino a Morges, dove si prende l’IR 90.

Trovate tutti i dettagli sull’orario FFS.

Martin Meier è portavoce delle FFS. Ama le chitarre elettriche e viaggiare con la sua famiglia.

Martin Meier ist Mediensprecher bei der SBB. Er liebt Reisen mit seiner Familie und Stromgitarren. 
Martin Meier

I consigli di viaggio sono raccomandazioni personali delle collaboratrici e dei collaboratori FFS.