Quali sono i vantaggi del nuovo Internet gratuito sui treni svizzeri?

Perché il WiFi sui treni svizzeri ha poco senso e quali sono i vantaggi del nuovo Internet gratuito «FreeSurf FFS» delle FFS? La parola a Jörg Halter, da 20 anni autore del rating sulla telecomunicazione di «Bilanz».

Internet gratuito sui treni svizzeri
Internet gratuito sui treni svizzeri

Jörg Halter, ci spieghi brevemente: qual è la differenza tra il WiFi a casa e il WiFi sul treno? 
Per definizione il WiFi è un collegamento senza fili disponibile all’interno dell’abitazione che, attraverso una connessione cablata idealmente rapida, si connette a Internet. Questo è sempre vero quando si ha a disposizione una linea fissa. Sui mezzi di trasporto mobili come il treno, tuttavia, questo collegamento via cavo non è disponibile. Pertanto, rimane solo la soluzione della telefonia mobile con cui, naturalmente, è più difficile raggiungere lo stesso livello qualitativo. 
 

Jörg Halter, autore del rating sulla telecomunicazione di «Bilanz».

I clienti e i media richiedono il WiFi sul treno. Ci sa dire perché?
Sì, in passato era una richiesta sensata. Con il WiFi sui mezzi di trasporto mobili, tuttavia, sono possibili miglioramenti solo in caso di cattiva copertura della rete mobile. La Svizzera è nota a livello internazionale per la sua copertura quasi completa, anche lungo le tratte ferroviarie. In Svizzera gli operatori di telefonia mobile si sono associati e, insieme, offrono una copertura molto elevata. Dal canto loro, con l’installazione di ripetitori aggiuntivi sui treni e con finestrini non schermati rispetto ai segnali della rete mobile, le FFS introducono ulteriori ottimizzazioni per una buona ricezione a bordo. Di norma l’installazione del WiFi sul treno rallenterebbe la trasmissione dei dati, dovendo in tutti i casi accedere alle stesse antenne dei singoli smartphone.

Ma perché sui treni internazionali è offerto il WiFi?
I Paesi confinanti dispongono di una copertura nettamente peggiore in superficie. Qui il WiFi, che salva temporaneamente i dati e li trasmette dall’antenna di un operatore all’altra, risulta sensato. A differenza della Svizzera, gli operatori di telefonia mobile in questi Paesi non sono riusciti ad accordarsi riguardo a una procedura comune lungo le tratte ferroviarie e nelle gallerie. Anche questo si ripercuote negativamente sulla copertura di questi Paesi, dove si rende pertanto necessario il WiFi. Quest’ultimo viene utilizzato dalle ferrovie estere anche in Svizzera. Viceversa, le FFS all’estero devono utilizzare il WiFi.

L’elevato numero di antenne lungo le tratte consente quindi una performance decisamente migliore rispetto a un collegamento WiFi sul treno.

Jörg Halter

Come valuta la copertura lungo le tratte ferroviarie?
Come ho già detto, in Svizzera abbiamo un ottimo status quo con una copertura della rete di telefonia mobile superiore alla media. L’elevato numero di antenne lungo le tratte consente quindi una performance decisamente migliore rispetto a un collegamento WiFi sul treno, che creerebbe un collo di bottiglia inutile. Inoltre, vengono costantemente installate ulteriori antenne per coprire il maggiore fabbisogno di collegamenti dati dal treno. I relativi lavori sono stati eseguiti in numerose tappe, in modo tale che i viaggiatori non si rendessero conto di nulla. Infine, va detto che una copertura al 100 percento non esisterà mai. Agli installatori della rete di telefonia mobile si presentano troppi ostacoli: ubicazioni delle antenne non ottimali, aumento dei clienti, cellulari più veloci o enormi volumi di dati trasmessi. Le FFS, come qualsiasi altra impresa di trasporto con o senza WiFi, si appoggiano a questa infrastruttura. 

Per i viaggiatori quanto è importante disporre di un collegamento gratuito a Internet sul treno?
Ben oltre la metà degli utenti dispone già di una tariffa flat. Con le nuove offerte degli operatori, questo numero è destinato ad aumentare ulteriormente. Parallelamente, diminuisce l’interesse per un collegamento a Internet gratuito. Tuttavia, per chi non dispone ancora di una tariffa flat, oltre a «Free WiFi» nelle stazioni, le FFS offrono una vera innovazione: «FreeSurf FFS». Dopo la registrazione una tantum tramite l’app «FreeSurf FFS», le FFS si fanno carico dei costi di connessione e i clienti navigano gratuitamente in Internet. Al posto della connessione WiFi extra da selezionare, spesso più lenta rispetto alla telefonia mobile diretta, i viaggiatori mantengono il loro collegamento abituale con lo smartphone. I costi sono coperti dalle FFS, cosa che questi viaggiatori apprezzeranno sicuramente.

«FreeSurf FFS» è una soluzione orientata al futuro?
La soluzione auspicata dalle FFS si adatta in modo ottimale allo sviluppo del mercato. Così, ad esempio, l’imminente introduzione del 5G non comporterà modifiche, ritardi né nuovi adeguamenti. A ogni novità introdotta nell’app, anche senza alcun intervento da parte dei clienti o delle FFS, il servizio rimarrà sempre lo stesso. Questa soluzione si rivela pertanto la strada giusta verso il futuro.
 

Come funziona FreeSurf FFS

Rassegna stampa sul thema FreeSurf del 19 ottobre 2018