Navigation

Coronavirus: ampliamento graduale dell’offerta di trasporti pubblici

Di pari passo con la vita economica e sociale, anche i trasporti pubblici hanno optato per una ripresa dell’offerta dall’11 maggio. I clienti dei trasporti pubblici sono tenuti a rispettare il piano di protezione dei trasporti pubblici.

Punto d'incontro della stazione di Berna
Punto d'incontro della stazione di Berna

Dopo il primo aumento dell’offerta avvenuto il 27 aprile, dall’11 maggio 2020 tornano a circolare ulteriori treni del traffico a lunga percorrenza e regionale, in aggiunta all’offerta attuale:

  • IR90 Brig–Lausanne–Genève-Aéroport: ritorno iper la maggior parte all’esercizio normale
  • S40 Fribourg–Romont: ripristino di tutti i servizi
  • S8 Palézieux–Payerne: ripristino di tutti i servizi 
  • S-Bahn Zurigo: S19: ripristino di tutti i servizi; ripristino di diversi servizi per S21 e S23.  

Qui trovate informazioni aggiornate sui treni internazionali.

 

Anche l’affiliata TILO in Ticino ha potenziato l’offerta dall’11 maggio. Tutti le informazioni si trovano qui. 

I treni tornano così a circolare alla cadenza abituale su numerose tratte. In caso di ulteriori misure di allentamento da parte del Consiglio federale, le FFS prevedono un altro ampliamento dell’offerta a inizio giugno. 

Nel limite del possibile vengono proposte catene di viaggio ininterrotte. Nella prima fase, tuttavia, non si possono escludere perturbazioni e rotture di coincidenza. Prima di ogni viaggio i clienti sono pregati di verificare l’orario online, che è sempre aggiornato.

Acquisti di biglietti online e pagamenti senza contatto

Il piano di protezione per i viaggiatori e i collaboratori consente di riaprire gli sportelli biglietti temporaneamente chiusi o di prolungarne l’orario. Gli assistenti clienti riprendono a effettuare il controllo dei biglietti sui treni a lunga percorrenza. Se possibile, i clienti sono pregati di continuare ad acquistare i biglietti online, tramite le app oppure ai distributori di biglietti, mentre agli sportelli si consiglia di pagare senza contatto.

Rinuncia ai viaggi nelle ore di punta

Le raccomandazioni sull’igiene e sul distanziamento emanate dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) mantengono la loro validità e importanza. I clienti dei trasporti pubblici sono tenuti a rispettare il piano di protezione dei trasporti pubblici. Ove possibile, occorre mantenere il regime del telelavoro (home office) ed evitare di viaggiare nelle ore di punta.

La pulizia è fondamentale.

Le FFS fanno tutto il possibile per tutelare la salute dei propri collaboratori e dei clienti. Ecco perché al momento il personale di pulizia viene impiegato con maggiore frequenza. Le FFS puliscono più spesso e più a fondo soprattutto le superfici con cui i viaggiatori potrebbero entrare a diretto contatto, come pulsanti, maniglie e corrimano, ma anche panchine, colonnine informative e distributori. Inoltre, nelle grandi stazioni le FFS mettono a disposizione erogatori di gel igienizzante. Più volte al giorno vengono puliti e disinfettati anche i contatti e le superfici come corrimano, bottoni, tavoli, braccioli e servizi igienici dei treni. Sulle linee in cui la domanda è particolarmente elevata, viene effettuata una pulizia supplementare durante il viaggio.